Servizi e Sportelli Sociali

Casa residenza per anziani

La Casa residenza per anziani è una struttura socio-sanitaria residenziale destinata ad accogliere, temporaneamente o permanentemente, anziani non autosufficienti non assistibili nel proprio ambito familiare. L'obiettivo della Casa residenza per anziani è il mantenimento delle autonomie residue e il recupero delle capacità fisiche, mentali e relazionali della persona anziana grazie alla presenza di personale specializzato che garantisce assistenza nelle attività quotidiane, assistenza medica di base, prestazioni infermieristiche e riabilitative.
In queste strutture sono anche possibili inserimenti temporanei di sollievo.
La Casa residenza per anziani ricomprende le strutture precedentemente denominate RSA-residenze sanitarie assistenziali e Case protette.

Chi può accedere:
- residenti nel Comune di Bologna
- persone di età superiore ai 65 anni o superiori ai 50 anni per adulti affetti da patologie di tipo geriatrico.
- persone con valutazione di non autosufficienza dell' Unità di valutazione multidimensionale UVM

Dove rivolgersi

Per accedere a questa opportunità è necessario rivolgersi allo Sportello sociale del proprio Quartiere, onde ricevere tutte le informazioni del caso ed ottenere eventualmente un appuntanento con l'Assistente sociale per la valutazione delle condizioni di bisogno e l'attivazione di interventi individualizzati che di volta in volta potranno essere di ordine economico, e/o assistenziale, e/o educativo, e/o socio-sanitario.
L’accettazione della domanda è subordinata ad una valutazione sociale dell’effettiva impossibilità di salvaguardare la permanenza del richiedente nel suo ambiente di vita, da parte dell'Assistente Sociale e alla valutazione della Unità di valutazione multidimensionale UVM.
Le situazioni ammissibili vengono inserite nella lista unica di attesa cittadina, ordinata per gravità e valutazione della situazione socio familiare.

Di seguito alleghiamo:

- La descrizione del funzionamento delle liste


- Il regolamento per i ricoveri in "posto definitivo"
- Il regolamento per "posti temporanei di sollievo"

Per informazioni
Scarica l'elenco completo delle Case residenza per anziani

 

Categorie di Utenza

  • Anziani

Costi e modalità di pagamento

La retta di inserimento è in parte coperta da fondi sanitari erogati alla struttura dall'Azienda USL, e in parte a carico dell'ospite che provvede direttamente al pagamento alla struttura.
È possibile una eventuale contribuzione economica da parte del Comune qualora l'assistito o i suoi familiari non siano nelle condizioni di poter assolvere alla copertura integrale della retta. Il contributo viene definito a seguito della valutazione socio-economica da parte del servizio sociale professionale in relazione all'ISEE e ad eventuali ulteriori criteri di valutazione sociale (per ulteriori informazioni consulta la scheda "Contributo al pagamento della retta per strutture residenziali per il ricovero in Casa di Riposo, Casa residenza anziani e Appartamenti Protetti" nella sezione Interventi di sostegno economico).

Gli ospiti di strutture residenziali e semiresidenziali e i fruitori di prestazioni di assistenza domiciliare possono detrarre o dedurre le spese di assistenza specifica e di assistenza medica generica definite dalle normative vigenti in materia fiscale e sui servizi socio-sanitari.
Per potere detrarre o dedurre tali somme è necessario che l’Ente al quale l’utente paga la retta emetta una apposita certificazione per la quota di retta che è deducibile o detraibile fiscalmente.
Consulta la scheda sulle Agevolazioni fiscali per le persone con disabilità nella sezione "Interventi di sostegno economico".

Normativa di riferimento

- Dgr 2110/2009, Approvazione del sistema omogeneo di tariffa per i servizi socio-sanitari per anziani valevole per l'accreditamento transitorio
- Dgr 514/2009 , Primo provvedimento della Giunta regionale attuativo dell'art. 23 della L.R. 4/08 in materia di accreditamento dei servizi sociosanitari
- Delibera Giunta Regionale 564/00 "Direttiva regionale per l'autorizzazione al funzionamento delle strutture residenziali e semiresidenziali per minori, portatori di handicap, anziani e malati di AIDS, in attuazione della L.R. 12/10/1998 n° 34".
- Direttiva Regionale 1378/99 del 26/07/99 "Direttiva per l'integrazione di prestazioni sociali e sanitarie ed a rilievo sanitario a favore di anziani non autosufficienti assistiti nei Servizi integrati socio - sanitari di cui all'art. 20 della L.R. 5/94"
- DGR n.1423/15 "Integrazione e modifiche alla DGR 564/2000 in materia di autorizzazione al funzionamento"

Per quanto attiene la gestione della lista di attesa per l'inserimento:
- Circolare del Comune di Bologna n° 42/2008 "Oggetto: RECEPIMENTO DELLA DELIBERA N. 113 DEL 27/06/2006 DELL'AZIENDA USL DI BOLOGNA AVENTE PER OGGETTO: APPROVAZIONE DEI NUOVI CRITERI DI GESTIONE DELLE GRADUATORIE UNICHE DISTRETTUALI PER L'INSERIMENTO DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI NELLE STRUTTURE RESIDENZIALI PROTETTE CONVENZIONATE CON LA AZIENDA USL DI BOLOGNA "

Tempi di rilascio

Il procedimento si conclude entro 90 giorni dalla formalizzazione della domanda. L'effettiva chiamata per l'inserimento in struttura avviene nel rispetto della lista di attesa.