Servizi e Sportelli Sociali

Notizie

In questa rubrica troverete notizie attinenti le attività e le funzioni degli sportelli sociali e sui servizi e le politiche sociali:

- avvio di nuovi servizi/prestazioni e relativi criteri di accesso
- modifiche ad orari e sedi di servizi
- approvazioni di leggi/piani/regolamenti che offrono nuove opportunità ai cittadini
- segnalazioni di fonti di informazione e documentazione per approfondire i temi di interesse
- segnalazione di bandi, avvisi e quant'altro implica la presentazione di domande
- notizie su progetti e iniziative anche di altri enti e del terzo settore sulle politiche e tematiche sociali
- notizie da siti, quotidiani, riviste, agenzie stampa attinenti i mondi della marginalità e dei servizi sociali
- altro ancora per qualificare l'accesso alle rete dei servizi e delle opportunità territoriali e facilitare la comprensione dei fenomeni sociali

Avvertenza:
Le notizie riportate nel sito da agenzie stampa e siti web, che non sono fonte diretta del Comune di Bologna, vogliono avere le finalità di essere un contributo al dibattito e non riflettono necessariamente le eventuali posizioni in materia del Comune di Bologna.

 

  • 26 Gennaio 2021 | Inaugura il Master "Governance e innovazioni di welfare locale" con due giornate di approfondimento aperte a tutti vedi

    PorticiPortici
    Inaugura il Master di II livello "Governance e innovazioni di welfare locale", promosso Dipartimento di Scienze Politiche Sociali dell'Università di Bologna, in collaborazione con la Scuola Achille Ardigò del Comune di Bologna e di ANCI Emilia Romagna.

    Le prime due giornate del Master - in programma venerdì 5 febbraio dalle 9.30 alle 19 e sabato 6 febbraio dalle 9.30 alle 13.30 - saranno aperte, oltre che agli iscritti al Master, anche a tutti i cittadini interessati.
    L'evento si terrà sulla piattaforma Microsoft Teams, a questo link: https://urly.it/39y9g.
    La mattinata del venerdì sarà dedicata al tema del welfare multilivello con una Lecture di grande rilevanza scientifica e relatori di rilevanza istituzionale, locale, regionale ed europea; mentre nel pomeriggio verranno sviluppati alcuni temi centrali per il welfare locale. Il sabato mattina sarà invece dedicato a una discussione approfondita sul Recovery Fund con attori istituzionali del contesto bolognese.
    Consulta il programma completo delle due giornate>>

    Le prime due giornate del Master - in programma venerdì 5 febbraio dalle 9.30 alle 19 e sabato 6 febbraio dalle 9.30 alle 13.30 - saranno aperte, oltre che agli iscritti al Master, anche a tutti i cittadini interessati.

    L'evento si terrà sulla piattaforma Microsoft Teams, a questo link: https://urly.it/39y9g

    La mattinata del venerdì sarà dedicata al tema del welfare multilivello con una Lecture di grande rilevanza scientifica e relatori di rilevanza istituzionale, locale, regionale ed europea; mentre nel pomeriggio verranno sviluppati alcuni temi centrali per il welfare locale. Il sabato mattina sarà invece dedicato a una discussione approfondita sul Recovery Fund con attori istituzionali del contesto bolognese.

     

     

  • 25 Gennaio 2021 | Servizio civile universale, otto posti al Servizio sociale e allo Sportello lavoro vedi

    Banner servizio civileBanner servizio civile
    C'è tempo fino al 15 febbraio per partecipare al nuovo bando di Servizio civile universale per la selezione di oltre 55mila operatori volontari su tutto il territorio nazionale.
    Nell'ambito del progetto "Prove di inclusione" l'Area welfare del Comune di Bologna seleziona sei operatori volontari da impegnare presso lo Sportello lavoro (tre posti disponibili) e presso il Servizio sociale territoriale (altri tre posti). Altri due posti sono disponibili nell'ambito del progetto "Disabilità senza barriere", presso il Servizio sociale per la disabilità.

    Le attività presso lo Sportello lavoro e il Servizio sociale

    Sportello comunale per il lavoro (progetto Prove di inclusione). I tre operatori volontari dello Sportello lavoro (sede di Vicolo Bolognetti 2) verranno impiegati a supporto delle attività informative e di orientamento al lavoro dello Sportello; nella gestione delle attività di facilitazione, contrasto al digital divide e all'esclusione sociale e lavorativa; nella progettazione di attività laboratoriali e formative organizzate dallo Sportello lavoro; nel supporto alle attività di comunicazione e promozione (pagina Fb e sito); nel supporto logistico e organizzativo alla promozione di azioni di sensibilizzazione e prevenzione rivolte a persone adulte e nuclei in condizione di vulnerabilità sociale e fragilità relazionale.
    Servizio sociale territoriale (progetto Prove di inclusione). Gli operatori volontari del Servizio sociale territoriale (sede dell'Area welfare, piazza Liber Paradisus 6) verranno impiegati in tre distinte attività: un volontario in supporto alla gestione delle attività di comunicazione dell'Area welfare e alle attività di progettazione e programmazione sociale dell'Ufficio di Piano (Tavoli tecnici Piano di Zona, laboratori di co-progettazione,...); uno a supporto dell'ufficio "Minori e famiglie" nella realizzazione di progetti di accompagnamento alle famiglie con minori e alla genitorialità vulnerabile; ed uno in supporto all'ufficio "Non autosufficienza, fragilità e disabilità" nello sviluppo e gestione di progetti di prevenzione e socializzazione per contrastare l'isolamento degli anziani fragili e nello sviluppo di interventi a sostegno dei caregiver familiari e interventi per la domiciliarità.
    Servizio sociale per la disabilità (progetto Disabilità senza barriere). Gli operatori volontari del Servizio sociale per la disabilità (sede di via Marco Polo) verranno impiegati a supporto del Servizio, nella promozione di attività di cura e di sostegno alle persone con disabilità; in attività espressive, ludico-ricreative e motorie volte a promuovere la socializzazione e l'inclusione sociale; in azioni mirate a favorire lo sviluppo delle competenze per promuovere l'inclusione sociale e lavorativa delle persone disabili; in servizi di accompagnamento ed in attività di comunicazione esterna e interna per favorire il coinvolgimento delle persone disabili all'interno della comunità.


    Gli incontri di presentazione dei progetti

    Per conoscere meglio i progetti sono in programma degli incontri online di presentazione:

    - "Disabilità senza barriere", martedì 26 gennaio alle ore 17.30
    - "Prove di inclusione", giovedì 28 gennaio alle ore 11

    Entrambi gli incontri si terranno sulla piattaforma zoom a questo link: https://us02web.zoom.us/j/84024105188 La partecipazione agli incontri è libera e aperta a tutti gli interessati. Al termine della presentazione sarà possibile fare domande e chiedere informazioni ai promotori dei progetti. 

    Come candidarsi

    Per partecipare al bando devi essere in possesso delle credenziali Spid. Una volta fatto lo Spid potrai fare domanda tramite il modulo online seguendo le istruzioni riportate nella "Guida alla candidatura".

    Nella domanda dovrai riportare il codice del progetto prescelto:

    - Prove di inclusione: PTCSU0016520013554NXTX
    - Disabilità senza barriere: PTCSU0016520013556NMXX

    E indicare la sede in cui vuoi svolgere l'attività:

    - Comune di Bologna Sportello comunale per il lavoro (vicolo Bolognetti 2), codice sede: 168263
    - Comune di Bologna Servizio sociale territoriale/ Area welfare (piazza Liber Paradisus 6), codice sede: 168243
    - Comune di Bologna Servizio sociale per la disabilità (via Marco Polo), codice sede: 168293


    Per informazioni sulla compilazione della domanda
    info@scubo.it - cell. 3703161539

    Per informazioni sulle attività di Servizio civile all'Area welfare

    - Sportello lavoro (Anna Ferradini), annamichela.ferradini@comune.bologna.it
    - Servizio sociale territoriale (Annalisa Bolognesi), annalisa.bolognesi@comune.bologna.it
    - Servizio sociale per la disabilità (Cristina Caramalli, Samuela Girasole), cristina.caramalli@comune.bologna.it - samuela.girasole@comune.bologna.it

  • 22 Gennaio 2021 | 27 gennaio 2021, Giornata della memoria vedi

    trenotreno
    Quattro segnalazioni per ricordare la giornata e riflettere su cosa sia memoria. Un dovere civile al di la che nei campi nazisti finirono anche rom, disabili, omosessuali, malati mentali.

    Teatro del Pratello. 25 gennaio, ore 18, su piattaforma Zoom, "Eichmann, dove inizia la notte"
    In occasione della Giornata della Memoria, una lettura online su piattaforma Zoom, a cura del Teatro del Pratello, di brani dal testo "Eichmann. Dove inizia la notte. Un dialogo fra Hannah Arendt e Adolf Eichmann" di Stefano Massini (Fandango editore), con le voci di Fulvio Accogli e Maddalena Pasini.
    Dai verbali degli interrogatori a Gerusalemme, dagli atti del processo, dalla storiografia tedesca ed ebraica oltre che dai saggi di Hannah Arendt, Stefano Massini trae questo dialogo di feroce, inaudita potenza. Il testo è un atto unico, un'intervista della stessa Arendt a colui che più di tutti incarna la traduzione della violenza in calcolo, in disegno (...)

    Marcello Flores, "Cattiva memoria. Perché è difficile fare i conti con la storia"
    Negli ultimi decenni il ruolo della memoria nella vita pubblica è cresciuto costantemente, ma in parallelo è diminuito il peso della storia nel costruire la nostra conoscenza e sensibilità del passato. Un processo accentuatosi con il sempre maggiore intervento della politica e delle istituzioni nel creare «leggi di memoria», «luoghi di memoria», monumenti, memoriali; ma anche con il contributo che i mass media, la letteratura, il cinema e la televisione danno a una lettura e ricordo del passato spesso lontani dalla coerenza di una narrazione storica rispettosa della verità. Il libro analizza questo contraddittorio e complesso rapporto tra storia e memoria, per quanto riguarda sia l’Italia e l’Europa sia un mondo sempre più globalizzato e propenso a guardare al passato in termini strumentali rispetto alle esigenze del presente [Marcello Flores, "Cattiva memoria. Perché è difficile fare i conti con la storia", Il Mulino, Bologna, 2020]
    Presentazione del volume durante la Serata conclusiva del Festivla Voci della Storia, ottobre 2020

    Scuola: bibliografia e didattica della Shoah
    Giornata della Memoria 2021: sul sito di "Libriamoci" (la campagna di promozione della lettura del Cepell, il Centro per il libro del Ministero dei Beni culturali, una bibliografia tematica e un excursus sulla didattica della Shoah

    Giornata della memoria 2021; le iniziative a Bologna
    Dalla apposita pagina del sito del Comune una rassegna di iniziative in calendario a Bologna

     

    Quattro segnalazioni per ricordare la giornata e riflettere su cosa sia memoria. Un dovere civile al di la che nei campi nazisti finirono anche rom, disabili, omosessuali, malati mentali.
    Teatro del Pratello. 25 gennaio, ore 18, su piattaforma Zoom, "Eichmann, dove inizia la notte"
    In occasione della Giornata della Memoria, una lettura online su piattaforma Zoom, a cura del Teatro del Pratello, di brani dal testo "Eichmann. Dove inizia la notte. Un dialogo fra Hannah Arendt e Adolf Eichmann" di Stefano Massini (Fandango editore), con le voci di Fulvio Accogli e Maddalena Pasini.
    Dai verbali degli interrogatori a Gerusalemme, dagli atti del processo, dalla storiografia tedesca ed ebraica oltre che dai saggi di Hannah Arendt, Stefano Massini trae questo dialogo di feroce, inaudita potenza. Il testo è un atto unico, un'intervista della stessa Arendt a colui che più di tutti incarna la traduzione della violenza in calcolo, in disegno (...)
    https://teatrodelpratello.it/teatro-del-pratello/teatro-civile/voci
    Marcello Flores, "Cattiva memoria. Perché è difficile fare i conti con la storia"
    Negli ultimi decenni il ruolo della memoria nella vita pubblica è cresciuto costantemente, ma in parallelo è diminuito il peso della storia nel costruire la nostra conoscenza e sensibilità del passato. Un processo accentuatosi con il sempre maggiore intervento della politica e delle istituzioni nel creare «leggi di memoria», «luoghi di memoria», monumenti, memoriali; ma anche con il contributo che i mass media, la letteratura, il cinema e la televisione danno a una lettura e ricordo del passato spesso lontani dalla coerenza di una narrazione storica rispettosa della verità. Il libro analizza questo contraddittorio e complesso rapporto tra storia e memoria, per quanto riguarda sia l’Italia e l’Europa sia un mondo sempre più globalizzato e propenso a guardare al passato in termini strumentali rispetto alle esigenze del presente.
    Marcello Flores, "Cattiva memoria. Perché è difficile fare i conti con la storia", Il Mulino, Bologna, 2020
    Leggi nel sito dell'editore
    https://www.mulino.it/isbn/9788815287274
    Presentazione del volume durante la Serata conclusiva del Festivla Voci della Storia, ottobre 2020
    https://www.youtube.com/watch?v=qXw1lGl82ZE
    Scuola: bibliografia e didattica della Shoah
    Giornata della Memoria 2021: sul sito di "Libriamoci" (la campagna di promozione della lettura del Cepell, il Centro per il libro del Ministero dei Beni culturali, una bibliografia tematica e un excursus sulla didattica della Shoah
    https://cxxd.emailsp.com/f/rnl.aspx/?hml=qx/1wzfcgg=y5afa=_xu5&x=pv&a3cf=4a-l839j4a:0.6c&x=pp&zz5igia&x=pv&95bfi0a09:g5c7f=z3wvNCLM
    Le iniziative a Bologna
    Dalla apposita pagina del sito del Comune una rassegna di iniziative in calendario a Bologna
    http://www.comune.bologna.it/news/giorno-memoria-2021

     

     

  • 21 Gennaio 2021 | Inaugura Salus Space, il nuovo spazio di convivenza e inclusione vedi

    Logo Salus spaceLogo Salus space
    E' tutto pronto per l'inaugurazione di Salus Space. Il taglio del nastro per il nuovo spazio di inclusione sociale e abitativa è in programma venerdì 29 gennaio alle 12 con il Sindaco Virginio Merola, la Presidente di Quartiere Savena Marzia Benassi, la Vice Presidente della Regione Elly Schlein e il Capo rappresentanza della Commissione UE in Italia, Antonio Parenti.

    L’inaugurazione sarà preceduta il 27 gennaio pomeriggio da una riflessione sull’esperienza di coprogettazione con i partner, l’esperto Ugo De Ambrogio e il Segretario UIA Raffaele Barbato.

    Entrambi gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta sul canale youtube di Salus Space.

    Consulta il programma>>

    Cos'è Salus Space

    L’obiettivo del progetto "Salus Space" è sperimentare uno spazio di convivenza collaborativa in cui l’inclusione sociale dei migranti e dei rifugiati si coniughi con una visione di welfare interculturale e di cittadinanza attiva. La comunità sarà composta secondo criteri di mix sociale, sostenibilità e motivazione; sarà mista per età, origini e status sociale, composta da migranti e rifugiati, persone singole e nuclei familiari, studenti, lavoratori. E' stato avviato un avviso pubblico per costituire il primo nucleo di abitanti che si riconoscono nei valori del progetto (espressi nella Carta dei Valori e nelle Regole di Convivenza) e che sono disposti a diventare parte attiva di una comunità collaborativa che avrà a disposizione oltre agli spazi abitativi anche degli spazi comuni, per rispondere alle esigenze che saranno espresse dalla comunità stessa. Salus Space apre al Quartiere e alla città numerosi servizi collaborativi: orti condivisi, uno spazio di coworking, un punto ristoro, una sala convegni, un laboratorio teatrale, un laboratorio artigianale e tanto altro ancora.

    Per informazioni
    www.saluspace.eu

     

  • 19 Gennaio 2021 | Progetto "Memorie vive". Mercoledì 3 febbraio il secondo webinar sul ruolo di assistenti sociali, sociologi, psicologi nei servizi per famiglie e nuove generazioni vedi

    quadro manet sole nascentequadro manet sole nascente
    Il progetto "Memorie vive. Per una storia dei servizi sociali a Bologna" è una iniziativa di Istituzione Gian Franco Minguzzi, IRESS e Comune di Bologna nata a seguito della Mostra "1919-2019: cento anni di welfare a Bologna" allestita nel 2019. La fase iniziale del  progetto si concentra sull'area famiglie e minori e sulle figure professionali che in essa vi hanno operato.

    Il progetto "Memorie vive. Per una storia dei servizi sociali a Bologna" è una iniziativa di Istituzione Gian Franco Minguzzi, IRESS e Comune di Bologna nata a seguito della Mostra "1919-2019: cento anni di welfare a Bologna" allestita nel 2019. La fase iniziale del  progetto si concentra sull'area famiglie e minori e sulle figure professionali che in essa vi hanno operato.
    Il secondo incontro del ciclo si pone l’obiettivo di riflettere sul contributo degli operatori alle innovazioni di servizi e politiche negli anni sessanta, settanta e primi anni ottanta del Novecento a Bologna, con un focus su infanzia e famiglie. In quel periodo caratterizzato da grandi trasformazioni, in cui veniva messa in discussione l’idea del bambino come contenitore da riempire o spugna da modellare, ed emergevano nuove forme di famiglia a seguito anche dei movimenti di emancipazione femminile e della crisi della famiglia tradizionale, i professionisti (assistenti sociali, psicologi, sociologi) hanno giocato un ruolo importante, introducendo nuovi modelli di intervento e metodologie di lavoro nel territorio.
    E’ con questo sapere che le nuove generazioni di operatori possono confrontarsi e trovare spunti di riflessione.
    Il webinar si svolgerà mercoledì 3 febbraio, dalle 17 alle 19 in modalità on line sulla piattaforma LifeSize e avrà per titolo
    "Dalle Istituzioni al territorio: il contributo di assistenti sociali, sociologi e psicologi alle innovazioni dei servizi e delle politiche per nuove generazioni e famiglie"
    Programma
    Saluti - Bruna Zani (Presidente Istituzione Gian Franco Minguzzi)
    Introduzione - Graziella Giovannini (Sociologa dell’educazione)
    Tavola rotonda con le testimonianze di tre protagonisti: Gabriella Bortolotti (Assistente sociale), Maria Giovanna Caccialupi (Psicologa) e Walter Orsi (Sociologo)
    La voce degli operatori impegnati nei servizi (Elisabetta Francolini, Ass.sociale; un/a sociolog/ao; uno/a psicolog/a)
    Conclusioni - Flavia Franzoni (Comitato scientifico IRESS)
    La partecipazione è libera su piattaforma LifeSize, non è necessario iscriversi.:
    Il link per collegarsi è https://call.lifesizecloud.com/4410344  (consigliato l’uso del browser Chrome)
    Per informazioni: minguzzi@cittametropolitana.bo.it
    La videoregistrazione del primo incontro è disponibile nella sezione Documentazione del sito web dell’Istituzione G.F.Minguzzi
    https://minguzzi.cittametropolitana.bo.it/Documentazione_e_promozione_culturale?parAnno3019=2020
    La Mostra  da cui ha avuto origine il progetto è disponibili in formato pdf al seguente link
    http://informa.comune.bologna.it/iperbole/sportellosociale/notizie/2731/103486
    Il tema del terzo incobntro sarà "L’educazione non è solo scuola: gli educatori e la sperimentazione di modalità differenziate di cura delle nuove generazioni"
    Il programma provvisorio#DOC-1#

    Il secondo incontro del ciclo si pone l’obiettivo di riflettere sul contributo degli operatori alle innovazioni di servizi e politiche negli anni sessanta, settanta e primi anni ottanta del Novecento a Bologna, con un focus su infanzia e famiglie. In quel periodo caratterizzato da grandi trasformazioni, in cui veniva messa in discussione l’idea del bambino come contenitore da riempire o spugna da modellare, ed emergevano nuove forme di famiglia a seguito anche dei movimenti di emancipazione femminile e della crisi della famiglia tradizionale, i professionisti (assistenti sociali, psicologi, sociologi) hanno giocato un ruolo importante, introducendo nuovi modelli di intervento e metodologie di lavoro nel territorio.

    E’ con questo sapere che le nuove generazioni di operatori possono confrontarsi e trovare spunti di riflessione.

    Il webinar si svolgerà mercoledì 3 febbraio, dalle 17 alle 19 in modalità on line sulla piattaforma LifeSize e avrà per titolo
    "Dalle Istituzioni al territorio: il contributo di assistenti sociali, sociologi e psicologi alle innovazioni dei servizi e delle politiche per nuove generazioni e famiglie".

    Programma:
    Saluti - Bruna Zani (Presidente Istituzione Gian Franco Minguzzi)
    Introduzione - Graziella Giovannini (Sociologa dell’educazione)
    Tavola rotonda con le testimonianze di tre protagonisti: Gabriella Bortolotti (Assistente sociale), Maria Giovanna Caccialupi (Psicologa) e Walter Orsi (Sociologo)
    La voce degli operatori impegnati oggi nei servizi: Elisabetta Francolini (Ass.sociale), Francesca Pullini (Psicologa), Manuela Fabbri (Psicologa), Paolo Ugolini (Sociologo)

    Conclusioni - Flavia Franzoni (Comitato scientifico IRESS)

    La partecipazione è libera, non è necessario iscriversi
    Il link per collegarsi è https://call.lifesizecloud.com/4410344 (consigliato l’uso del browser Chrome)
    Per informazioni: minguzzi@cittametropolitana.bo.it

    La videoregistrazione del primo incontro è disponibile nella sezione Documentazione del sito web dell’Istituzione G.F.Minguzzi

    La Mostra  da cui ha avuto origine il progetto è disponibili in formato pdf al seguente link

    Il tema del terzo incontro sarà "L’educazione non è solo scuola: gli educatori e la sperimentazione di modalità differenziate di cura delle nuove generazioni"

     

  • 12 Gennaio 2021 | Provvidenze economiche per invalidi civili, ciechi civili e sordi: importi e limiti reddituali per il 2021 vedi

    scritta pensioni invaliditàscritta pensioni invalidità
    Ogni anno vengono rivalutati, collegandoli agli indicatori dell'inflazione e del costo della vita, gli importi delle pensioni, assegni e indennità che vengono erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche. Per il 2020 importi delle provvidenze e limiti reddituali sono stati fissati dalla Direzione Centrale delle Prestazioni dell'INPS con Circolare 18 dicembre 2020, n.148. Nella sostanza resta tutto in pratica uguale all'anno precedente come limiti di reddito, crescono di un paio di euro le sole Indennità.
    Leggi su handylex.org

     

     

  • 12 Gennaio 2021 | Non fidatevi delle apparenze! Le azioni del Comune per tutelare gli anziani vittime di furto, raggiro o rapina vedi

    Anziana telefonaAnziana telefona
     È in distribuzione a 17 mila anziani il volantino “Non fidatevi delle apparenze!”, che offre consigli e indicazioni sulla prevenzione delle truffe e informa sui servizi attivati dal Comune di Bologna per tutelare gli anziani vittime di furto, truffa o rapina.
    Il volantino è realizzato nell’ambito dell’omonimo progetto finanziato dalla Prefettura di Bologna e del “Protocollo d'intesa a favore dei cittadini anziani vittime di scippo, rapina, estorsione, furto e truffa”, siglato dal Comune insieme ai sindacati dei pensionati (Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil, Cna Pensionati) e le associazioni di volontariato Anteas, Rivivere e Gruppo San Bernardo.
    La distribuzione è in corso attraverso la rete dei sindacati e associazioni che collaborano a questa iniziativa coinvolti nel Protocollo, che lo stanno inviando ai propri associati e ai cittadini anziani che si rivolgono ai loro servizi.

    Il Protocollo d’intesa
    Il Protocollo d’intesa, rinnovato proprio in questi giorni, prevede l’erogazione da parte del Comune di un contributo forfettario di 100 euro agli anziani vittime di truffa, furto o rapina, a parziale rimborso del danno subito. In caso il furto avvenga al momento del ritiro della pensione, il contributo può essere elevato fino a 500 euro; fino a 300 euro in caso di furto con scasso con danni a porte o infissi.
    La richiesta deve essere presentata presso le sedi delle associazioni e dei sindacati che aderiscono al protocollo, chiamando i numeri riportati nel volantino, dopo aver presentato denuncia del sinistro.
    Accanto a questo il Protocollo vede l’attivazione di uno sportello gratuito di supporto psicologico – realizzato grazie alla collaborazione con Anteas Volontariato Bologna e associazione Rivivere - per affrontare i traumi derivanti da furti, truffe e raggiri.
    I firmatari del Protocollo si impegnano anche a promuovere azioni di informazione e sensibilizzazione, tra cui rientra il volantino, mirate a contrastare e prevenire le truffe ai danni degli anziani, con attenzione anche al sempre più diffuso fenomeno delle truffe telefoniche e online.

    Per tutte le informazioni sul contributo>>

  • 11 Gennaio 2021 | Servizi e politiche sociali per il 2021. La Legge finanziaria e il decreto "milleproroghe". Fondi, bonus, conferme, novità. Sociale, sanità, lavoro, previdenza... vedi

    sacchetto di monete e scritta 2021 su cubi di legnosacchetto di monete e scritta 2021 su cubi di legno
    Pubblichiamo un primo contributo che da conto di quanto approvato sui temi di interesse dell'area dei servizi sociali (...e temi strettamente connessi come lavoro, casa, sanità, fisco, istruzione...) con la Legge Finanziaria per il 2021 e il cosiddetto Decreto milleproroghe.

    Si tratta poco più di un elenco, per una visione generale, che andrà certamente approfondito e verificato nelle prossime settimane e mesi alla luce di molte variabili: necessità di aspettare l'uscita di numerosi decreti applicativi, gli atti che sulle materie previdenziali e fiscali dovranno eventualmente adottare, ad esempio, INPS e Agenzia entrate, quanto dovranno eventualmente attivare le amministrazioni locali a seguito dei provvedimenti in termini di atti o processi organizzativi, ed altro ancora. Non ultimo il ruolo della informazione che spesso "frulla" tutto sotto l'etichetta dei bonus confondendo vecchio e nuovo e creando problemi di non poco conto a chi deve dare poi informazioni precise ai cittadini su modi e sui tempi delle misure e sulla reale possibilità di accedervi, al di la dei titoli di stampa.

    Finanziaria 2021

    Legge 30 dicembre 2020, n. 178, "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023. (20G00202) (GU Serie Generale n.322 del 30-12-2020 - Suppl. Ordinario n. 46)". Testo Legge Finanziaria 2021

    Le principali misure a carattere sociale e sociosanitario

    - Fondi a carattere sociale e sociosanitario
    Fondo per le politiche della famiglia (rientro al lavoro madri lavoratici dopo il parto)(serve decreto)
    Fondo per le politiche della famiglia (interventi per il sostegno ai genitori che affrontano il lutto per la perdita di un figlio)
    Fondo psicologi in carcere
    Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità
    Fondo per l’assistenza dei bambini affetti da patologia oncologica
    Fondo per l'Alzheimer e le demenze (serve decreto)
    Fondo caregiver familiare
    Fondo neomaggiorenni fuori famiglia
    Fondo vittime amianto
    Fondo tutela vista (serve decreto)
    Fondo autismo (serve decreto)
    Fondo contro le discriminazioni e la violenza di genere
    Contributi alle associazioni e federazioni area disabili

    - Bonus e misure per le famiglie
    Assegno unico per il figlio (a partire da luglio 2021, riassorbirà a regime vari bonus, agevolazioni fiscali e fondi sociali ad ora esistenti)
    Assegno di natalità (confluirà dopo il 2021 nell'Assegno unico per il fglio)
    Proroga congedo paternità
    Contributo madri disoccupate o monoreddito con figli a carico aventi una disabilità almeno del 60% (serve decreto)
    Bonus nido (confluirà dopo il 2021 nell'Assegno unico per il fglio)
    Proroga superbonus 110% (anche abbattimento barriere architettoniche)
    Bonus mobili (anche acquisto mobili adattati disabili)
    Bonus occhiali e lenti (serve decreto)
    Bonus acquisto tv
    Bonus digitale detto anche bonus smartphone (serve decreto)
    Bonus affitto per studenti fuori sede
    (segnaliamo che sulla stampa viene pubblicizzato anche un "bonus idrico" che niente ha a che fare con quello già esistente relativo agli sconti sulle bollette, ma si riferisce ad acquisto di nuove rubinetterie che permettano un risparmio su consumi idrici)

    - Le misure per il lavoro (in particolare quelle che impattano anche su aspetti sociali e sanitari)
    Sostegno al rientro al lavoro delle lavoratrici madri e alla conciliazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia, nonché sostegno alle madri con figli disabili
    Istituzione del Fondo per il sostegno della parità salariale di genere
    Misure in materia di lavoratori socialmente utili
    Congedo obbligatorio di paternità
    Misure in favore dei lavoratori fragili e con disabilità grave
    Potenziamento del sistema dei servizi sociali territoriali (contributi per assunzione di assistenti sociali)

    - Utilissime dettagliate descrizioni delle principali misure a carattere sociale e sanitario sono disponibili nel sito della agenzia quotidiano sanità e nel sito sossanità.
    - Attenzione: sono 16 i decreti che sarà necessario emanare per alcune delle misure sociali e sociosanitarie prima che possano essere operative. Leggi su quotidiano sanità
    - Per le misure attinenti l'area lavoro leggi nel sito del Ministero del lavoro

    Per approfondire ulteriormente
    - La Legge di bilancio 2021 è legge: assegno unico, bonus, pensioni, lavoro, P. Iva, fisco. Le misure
    - Legge finanziaria 2021 e disabilità
    - Manovra 2021: assegno unico figli, bonus bebè e congedo paternità
    - Disabilità e legge di bilancio: dal caregiver alle "mamme disoccupate", ecco le novità

    Decreto milleproroghe

    Decreto legge 31/12/2020 n.183 - Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, di realizzazione di collegamenti digitali, di esecuzione della decisione (UE, EURATOM) 2020/2053 del Consiglio, del 14 dicembre 2020, nonche' in materia di recesso del Regno Unito dall'Unione europea. (20G00206) (GU Serie Generale n.323 del 31-12-2020). Testo del Decreto

    Le principali misure a carattere sociale e sanitario

    - Proroga smartworking per genitori di minori di anni 14
    - Sospensione all’esecuzione degli sfratti
    - Proroga "buoni viaggio" (utilizzo taxi o NCC)(provvedimento inizialmente previsto per il 2021 ma che non era mai partito. I fondi sono stati assegnato solo nel dicembre 2020)

    Per approfondire
    - In Gazzetta il Milleproroghe 2021. Ecco le novità per la sanità
    - Decreto Milleproroghe 2021 in Gazzetta Ufficiale

    Il dibattito è già incominciato

    Per essendo stati approvati da appena una decina di giorni i due provvedimenti oggetto di questo contributo, sia nel loro impanto generale che nelle singole misure, suscitano già dibattito. Dalla rete segnaliamo alcuni dei contributi che aggiungono aspetti costruttivi, ora pro e ora contro i singoli provvedimenti. Altri ne aggiungeremo nei prossimi giorni.
    - Come ti illudo una caregiver single, tratto da Vita.it (Contributo madri disoccupate o monoreddito con figli disabili)
    - Legge di bilancio: passi indietro sull’assistenza domiciliare, dl sito i luoghi della cura curato dal network non autosufficienza NNA
    - Anziani non autosufficienti: vittime ignorate dalla politica, La Voce.info
    - Povertà educativa, una piccola (grande) notizia dalla legge di bilancio, su vita.it



    Per rimanere informati

    Oltre a quanto potete trovare su questo sito e le nostre newsletter, esistono vari siti di taglio informativo che approfondiscono sistematicamente le varie misure durante gli iter, lunghi o meno, della loro applicazione. Ve ne segnaliamo alcuni che permettono di ricevere via mail anche newsletter e a volte anche aggiornamenti personalizzati su singoli argomenti.
    - sito quotidiano sanità (anche newsletter)  
    - sito money.it
    - sito pmi.it (anche newsletter)  
    - sito leggioggi.it (anche newsletter)
    - sito altalex.com (anche newsletter)  
    Sui diversi target/ambiti dei servizi sociali (anziani, disabili, minori, famiglie, migranti, carcere, dipendenza, povertà...) esistono numerosi servizi informativi specializzati che potete consultare nel nostro Catalogo delle newsletter sociali italiane