Servizi e Sportelli Sociali

Notizie

In questa rubrica troverete notizie attinenti le attività e le funzioni degli sportelli sociali e sui servizi e le politiche sociali:

- avvio di nuovi servizi/prestazioni e relativi criteri di accesso
- modifiche ad orari e sedi di servizi
- approvazioni di leggi/piani/regolamenti che offrono nuove opportunità ai cittadini
- segnalazioni di fonti di informazione e documentazione per approfondire i temi di interesse
- segnalazione di bandi, avvisi e quant'altro implica la presentazione di domande
- notizie su progetti e iniziative anche di altri enti e del terzo settore sulle politiche e tematiche sociali
- notizie da siti, quotidiani, riviste, agenzie stampa attinenti i mondi della marginalità e dei servizi sociali
- altro ancora per qualificare l'accesso alle rete dei servizi e delle opportunità territoriali e facilitare la comprensione dei fenomeni sociali

Avvertenza:
Le notizie riportate nel sito da agenzie stampa e siti web, che non sono fonte diretta del Comune di Bologna, vogliono avere le finalità di essere un contributo al dibattito e non riflettono necessariamente le eventuali posizioni in materia del Comune di Bologna.

 

  • 24 Febbraio 2020 | Chiusura anticipata dello Sportello Sociale del quartiere Navile il 25 e 27 febbraio vedi

    News SportelliNews Sportelli
    Informiamo che nelle giornate di martedì 25 e giovedì 27 febbraio lo Sportello Sociale del quartiere Navile chiuderà alle ore 14.

    Si ricorda che le informazioni sulla rete dei Servizi sociali cittadini, come sempre, si possono richiedere anche tramite telefono ed email contattando il nostro Punto Unico informativo a questi recapiti:
    tel. 051 2197878 – sportellosocialebologna@comune.bologna.it
    lunedì: 9-13 e 13.30-16
    martedì: 9-13 e 13.30-17.30
    mercoledì: 9-13
    giovedì: 9-13 e 13.30-17.30
    venerdì: 9-13 e 13.30-16

     

     

  • 18 Febbraio 2020 | Bonus nido 2020, al via le domande vedi

    Bonus nidoBonus nido
    Al via le domande 2020 per il bonus nido e forme di supporto presso la propria abitazione per bambini affetti da gravi patologie.

    La domanda può essere presentata a partire dal 18 febbraio 2020 direttamente online, attraverso il portale Inps o il contact center (muniti di PIN Inps o di credenziali di identità digitale SPID) oppure presso i patronati , attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

    Quest'anno c'è un'importante novità sugli importi. A partire dal 2020 il contributo, che in precedenza poteva arrivare fino a un massimo di 1500 euro, è stato incrementato per alcune fasce di reddito, istituendo tre scaglioni.
    Questi gli importi previsti:
    - fino a un massimo di 3000 euro per i nuclei con Isee fino a 25mila euro;
    - fino a un massimo di 2500 euro per i nuclei con Isee tra 25mila e 40mila euro;
    - fino a fino a un massimo di 1500 euro per i nuclei con Isee superiore a 40mila.
    L'importo del contributo non può comunque superare quello della retta del nido.

    Tutte le informazioni utili nella nostra scheda>>

  • 10 Febbraio 2020 | Presentato il progetto di supporto ai caregiver. Un milione di euro in servizi rivolti a chi assiste i propri cari vedi

    CaregiverCaregiver
    È l’ultimo tassello della manovra rivolta alle famiglie che il sindaco Virginio Merola ha annunciato negli scorsi mesi e che è stata approvata con il bilancio: un milione di euro, a partire dal 2020, in servizi rivolti ai caregiver, persone che si occupano di propri familiari, spesso non autosufficienti.
    Con la firma dell’accordo tra l’assessore al Welfare Giuliano Barigazzi e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali di CGIL, CISL e UIL si avvia la dfase di organizzazione del progetto elaborato dall’Amministrazione comunale che entrerà a pieno regime, attraverso diversi passaggi, entro l’anno.

    "In questo momento storico - afferma l'assessore Barigazzi - il compito delle amministrazioni locali è quello di coordinare i servizi. È per questo che abbiamo deciso di non erogare fondi diretti ma, in un’ottica di orientamento e garanzia, creare una rete fra tutti i soggetti coinvolti che permetterà a noi di svolgere anche una importante funzione di regolazione del mercato. I cittadini a cui ci rivolgiamo sono sicuramente quelli con i redditi più bassi ma anche quelli con redditi medi".

    Dopo una fase di progettazione e individuazione dei soggetti erogatori dei servizi, in primavera inizierà il servizio telefonico e quello di consulenza dedicato ai caregiver per assicurare ascolto, fornire consigli e offrire un primo orientamento sulle opportunità che il sistema pubblico e privato può a suo vantaggio e a quello dell’assistito.
    Successivamente verranno attivati gli accompagnamenti con automezzi, anche pubblici, per attività quotidiane come visite mediche, operazioni in banca e in posta, ecc. e infine partirà il supporto all’assistenza e alle manutenzioni domestiche.

    Il contesto nazionale nel quale il progetto si inserisce è quello della presenza di 7 milioni di caregiver (dati Istat 2017), di questi 120 mila si trovano in Emilia-Romagna. Le principali caregiver sono donne di età compresa tra 45 e 64 anni e che nel 60% dei casi hanno dovuto abbandonare la loro attività lavorativa (dati Istat 2019).

    Questo nuovo progetto del Comune di Bologna, nato da un’attenta lettura dei bisogni e dalla sollecitazione delle organizzazioni sindacali, ha l’obiettivo indiretto di ampliare la platea dei beneficiari dei servizi e di ridurre i tempi d’attesa degli sportelli sociali per l’avvio della presa in carico. Si aggiunge ai diversi interventi della rete dei servizi già attivi a sostegno dei caregiver con l’obiettivo di dare una risposta tempestiva a problematiche che uniscono sia i servizi sociali che quelli socio-sanitari.

    Servizi
    Servizio telefonico: assicura ascolto al caregiver, fornisce consigli per affrontare situazioni percepite come emergenziali, offre un primo orientamento sulle opportunità attivabili nell'ambito del progetto e del sistema dei servizi sociali e socio-sanitari, se richiesto, accorda un momento per l'effettuazione di una visita domiciliare di consulenza e propedeutica all'attivazione delle ulteriori opportunità.
    Gestione pratiche e commissioni: supporto e consulenza teso ad approfondire esigenze specifiche e ad orientare il caregiver sulle opportunità che il sistema pubblico e privato può offrire a suo vantaggio o a vantaggio dell'assistito (pratiche INPS, richiesta dell'invalidità civile o del riconoscimento di L. 104/92; SPID; ISEE; domiciliazione delle utenze; spesa domicilio, ritiro ricette mediche farmaci, prenotazione visite mediche e accertamenti diagnostici).
    Accompagnamenti: con automezzo o mezzo pubblico (per visite mediche da realizzarsi anche in sostituzione del caregiver, visite per invalidità civile, uffici postali, banca, attività di socializzazione, visite cimitero, ecc.), da svolgersi anche mediante convenzioni con associazioni di volontariato.

    Assistenza e supporto:
    - "incrocio domanda/offerta" relativa agli interventi di assistenza famigliare
    - periodi di "sollievo" rivolti al caregiver
    - consulenza a domicilio per aspetti assistenziali con possibilità di supporto specifico anche per situazioni di deterioramento cognitivo e disturbi comportamentali
    - interventi periodici di tipo formativo e di sostegno ai caregiver anche mediante opportunità di socializzazione e sostegno di gruppo ai caregiver nell'ambito del lavoro di comunità dei Quartieri

    Manutenzione domestica: supporto per le piccole manutenzioni e per affrontare le situazioni di emergenza nell'alloggio. Inoltre, nei casi di necessità di adeguamento della struttura abitativa, in presenza di familiari disabili/non autosufficienti, si potrà fare riferimento sia al Centro provinciale per l’Adattamento dell’Ambiente Domestico (CAAD) che alle informazioni contenute nel vademecum “Liberi dalle Barriere” definito da sindacati dei pensionati SPI- FNP- UILP.

    DOCUMENTI SCARICABILI:

    Presentazione Progetto Caregiver.pdf

     

  • 3 Febbraio 2020 | Dal 3 febbraio cambia la via di accesso allo Sportello sociale S.Donato/S.Vitale vedi

    news sportello logonews sportello logo
    Da lunedì prossimo 3 febbraio 2020 l'accesso del pubblico alla sede dello Sportello Sociale e dell'area Accoglienza del Servizio sociale di San Donato-San Vitale non sarà più da via Rimesse 1/13 ma dalla parallela via Anna Grassetti 4 (adiacente binari ferrovia, a 50 mt dalla sede attuale)
    Guarda la mappa

  • 31 Gennaio 2020 | "Il ritorno a casa": il progetto di sostegno a persone colpite da ictus e loro famiglie vedi

    Ritorno a casaRitorno a casa
    Chi viene colpito da ictus o i famigliari di persone colpite da ictus sanno bene che, una volta tornati a casa, ci possono essere diverse difficoltà: disorientamento, fatica ad adattarsi alle conseguenze della malattia, voglia di riprendere le attività fuori casa, bisogno di compagnia, bisogno di condividere l’esperienza. Per sostenere il reinserimento psicosociale delle persone colpite da ictus e le loro famiglie, una volta rientrate a domicilio, è partito il progetto “Il ritorno a casa”, realizzato dall’associazione Alice Bologna in collaborazione con Auser Bologna.

    Leggi nel sito bologna aliceitalia

  • 31 Gennaio 2020 | Torna la Family Card del Comune di Bologna e diventa app vedi

    Family CardFamily Card
    Dal 1° febbraio nei supermercati Coop Alleanza 3.0 e Conad Nord Ovest ripartono gli sconti sulla spesa Family Card, rivolti alle famiglie con tre figli sotto ai 26 anni e ai nuclei monogenitoriali con almeno un figlio. Per chiedere gli sconti c'è un'importante novità: sarà necessario scaricare gratuitamente l'app Bologna Welfare da Google Play Store o da App Store IOS.
    Per accedere alle agevolazioni è necessario essere residenti nel Comune di Bologna e avere un reddito Isee (Indicatore Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare inferiore ai 15 mila euro.

    La Family Card è un'iniziativa del Comune di Bologna partita nel 2009 con lo scopo di offrire una serie di agevolazioni e riduzioni su alcuni beni e servizi offerti dagli esercizi aderenti.
    Nel dettaglio è previsto uno sconto del 10% sulla spesa effettuata, fino ad un massimo di 350 euro al mese, per la catena Conad, e uno sconto di 50 euro su base settimanale per la catena Coop, che prevede anche una riduzione del 10% sugli acquisti nelle proprie librerie. Accanto agli sconti sulla spesa il progetto vede anche una serie di sconti e riduzioni, rivolti in questo caso anche alle famiglie con due figli, presso farmacie, negozi, patronati e centri estivi. Un aiuto concreto reso possibile grazie alla disponibilità degli esercizi che hanno scelto di collaborare con l’Amministrazione Comunale a questo progetto: Conad Nord Ovest, Coop Alleanza 3.0, Federfarma, CNA, Farmacie Gruppo Admenta, Antoniano onlus, ARCI Bologna, Librerie Coop.

    Come richiedere gli sconti
    Un’importante novità riguarda la modalità di richiesta degli sconti. La tessera Family Card, non più attiva dallo scorso giugno, viene di fatto sostituita da Bologna welfare. Per richiedere gli sconti Family Card sarà necessario collegarsi alla app con le proprie credenziali digitali personali SPID. La app, attraverso l’integrazione con il sistema di anagrafe e il database INPS-ISEE, sarà in grado di verificare la presenza dei requisiti anagrafici, familiari e reddituali necessari per accedere alle agevolazioni.
    A quel punto basterà selezionare lo sconto desiderato e la app genererà un QRcode che dovrà essere presentato presso l’esercizio in cui si intende usufruire della agevolazione.
    Per quanto riguarda gli sconti sulla spesa, il QRcode dovrà essere presentato presso i punti informazione dei punti vendita Coop Alleanza 3.0 e Conad. Gli operatori assoceranno lo sconto alla carta soci Coop o Conad del richiedente, così che, al momento del pagamento alla cassa dei supermercati, sarà sufficiente presentare la propria carta soci.

    Per maggiori informazioni

  • 29 Gennaio 2020 | Convegni, corsi, conferenze, film, eventi a Bologna (febbraio 2020) vedi

    Biblioteca Sala Borsa internoBiblioteca Sala Borsa interno
    Gli appuntamenti nel mese di febbraio su tematiche sociali e sociosanitarie a Bologna, e non solo, per chi vive o lavora nell'ambito del sociale. In collaborazione con Cineteca di Bologna e Biblioteca Sala Borsa.

    >> La Cineteca offre ai nostri lettori lo sconto del 25% sull'ingresso per la maggior parte degli eventi (vedi nota a fondo alla pagina)

    Dall'1 al 2 febbraio

    sabato 1 febbraio (e fino al 5/2, Mar 4/2 ore 15,30)
    proiezione del film "1917"(Sam Mendes, GB-USA 2019)
    Film in prima visione in lingua originale con sottotitoli ambientato durante la prima guerra mondiale. "Il film di guerra moderno per antonomasia, formalmente audace, traboccante di ritocchi digitali finalizzati a far sembrare che non ce ne siano, politicamente universale, una storia di fratelli, di sopravvivenza, di onore e di follia militaresca"
    a cura Cineteca Bologna
    ore 17,45, Cinema Lumiere, Salam Scorsese, p.Pier Paolo Pasolini 2b, Bologna (biglietto di ingresso a 6 anziché 7 €) (**)

    Settimana dal 3 al 9 febbraio

    lunedì 3 febbraio
    incontro "Migrazioni,lavoro e integrazione sociale" (ciclo I Grandi Temi della Politica Economica)
    a cura del Dipartimento di Scienze Economiche dell'Università di Bologna,
    ore 18, sede Confindustria, via S.Domenico 4, Bologna

    lunedì 3 febbraio
    incontro "Religioni e/o città" (Quale ruolo per fedi e spiritualità nella città plurale? Quale accordo tra credenti e non credenti per il bene comune? Religioni e spiritualità sono una minaccia o una risorsa per la vita della città?)
    a cura Centro Cabral
    ore 18, Biblioteca Amilcar Cabral, via San Mamolo 24, Bologna

    martedì 4 febbraio (e anche 11, 18, 25 febbraio)
    servizio di consulenza "Spazio mamma" (consulenza e sostegno alle mamme e ai loro bambini dalla nascita ai 12 mesi)
    a cura Biblioteca Sala Borsa, Comune, Centro famiglie, AZ.USL, Consultori famigliari di Bologna
    dalle 10 alle 12.30, Spazio mamma/Coccole e libri, Biblioteca Sala Borsa, p.Nettuno, Bologna

    martedì 4 febbraio
    proiezione del film "Il campione" (Leonardo D’Agostini, 2019)(rassegna Gli adolescenti nel cinema)
    a cura Az.Usl Bologna
    Christian Ferro sembra avere tutto dalla vita: a vent'anni, vive in una megavilla con più Lamborghini in garage, ha una fidanzata influencer, migliaia di fan adoranti e un contratto multimilionario con la AS Roma. Ma la sua brillante carriera di attaccante è messa a rischio dal carattere iracondo e dalla bravate cui si abbandona, istigato da tre amici che lo provocano accusandolo di essersi "ripulito". Il campione infatti viene dal Trullo, quartiere periferico della Capitale, e ha alle spalle anni di miseria e degrado, un padre assente e una madre scomparsa troppo presto.
    ore 20,15, Cinema Antoniano, via Guinizzelli 3, Bologna

    mercoledì 5 febbraio
    incontro "Percorsi di pace" (ciclo Vite in dialogo: storie in viaggio)
    a cura Parrocchia S.Bartolomeo della Beverara
    ore 20,30, Centro civico Borgatti, via M.Polo 51, Bologna

    mercoledì 5 febbraio
    convegno "Prendersi cura. Feel Good: un modello formativo per le professioni socio sanitarie"
    a cura di Comunità Capodarco di Roma,
    dalle 9,30 alle 13, Sala Tevere, Palazzo Regionale Lazio, Via Cristoforo Colombo 212, Roma

    giovedì 6 febbraio (e anche 13, 20, 27 febbraio)
    servizio di consulenza "Navigare facile. Alfabetizzazione dei cittadini all'uso di internet e dei servizi on-line della pubblica amministrazione"
    a cura Biblioteca Sala Borsa, Pane e internet (solo su prenotazione: 051 219 4400 lun-ven 9-13)
    dalle 15 alle 18, area intrernet Biblioteca Sala Borsa, p.Nettuno, Bologna

    giovedì 6 febbraio
    incontro "Bloom Time" (giornata dedicata ai nuovi modelli educativi)
    a cura di Consorzio Scu.Ter
    dalle 9 alle 15,30, presso Zanhotel Europa, via Cesare Boldrini 11, Bologna

    giovedì 6 febbraio
    proiezione del documentario “The Milky Way” (Luigi D’Alife, Italia 2020)
    a cura Cineteca Bologna
    Le montagne fra l’Italia e la Francia sono da millenni al centro di rotte migratorie. Questo docudrama racconta e incrocia queste storie di passaggio e di osmosi, attraverso tecniche e stili diversi, a partire dal disegno e dall’animazione.
    ore 20,15 Cinema Lumiere, Piazzetta Pier Paolo Pasolini 2b, Bologna (biglietto di ingresso a 4,50 anziché 6 €) (**)

    venerdì 7 febbraio
    evento "Ricuciamo insieme l’Italia - Inaugurazione dell’anno di Padova capitale europea del volontariato"
    a cura CSV Padova, Comune Padova
    dalle ore 9 alle ore 13, presso la Fiera di Padova, Padiglione 8, Padova

    sabato 8 febbraio
    convegno "Tratta e schiavitù - Il grande business delle mafie "
    a cura Caritas Ambrosiana, Mani Tese
    dalle 9,30 alle 13,30 , Centro Pime, via Mosè Bianchi 94, Milano

    sabato 8 febbraio 2020 (e altre 7 date fino al 24/3)
    corso di formazione "Educare oggi" (rivolto a insegnanti, educatori, assistenti sociali)
    a cura di Scuola diocesana formazione sociale/politica, Ist.scienze religiose, IPSSER
    il sabato dalle 10 alle 12, Ist.Veritatis splendor, via Riva Reno 57, Bologna

    Settimana dal 10 al 16 febbraio

    lunedì 10 febbraio
    primo incontro del corso "Danza in gioco, anche in carrozzina"
    a cura Winning club, Aps Rosa Marchi
    dalle 19,30 alle 20,30, Centro sociale R.Marchi, via Nenni 11, Bologna

    martedì 11 febbraio
    proiezione del film "Le melodie" (Rachid Ami, 2017)(rassegna Gli adolescenti nel cinema)
    a cura Az.Usl Bologna
    Simon è un violinista che al momento non ha ingaggi e accetta di tenere un corso sullo strumento a una classe di allievi di scuola media inferiore che vivono in condizioni socio ambientali non facili. L'inizio non è semplice perché i ragazzi sono provocatori e sembrano interessati solo a creare disturbo. Progressivamente però il loro interesse si concretizza e del gruppo entra anche a far parte Arnold uno studente di origine centroafricana che non ha mai conosciuto suo padre e che è particolarmente dotato per lo strumento. L'obiettivo della classe è arrivare al concerto di fine d'anno della Filarmonica di Parigi. Gli ostacoli non mancheranno.
    ore 20,15, Cinema Antoniano, via Guinizzelli 3, Bologna

    martedì 11 febbraio (e altre 7 date fino al 2/4)
    corso di formazione "Seminario interdisciplinare sulla disabilità"
    a cura Facoltà teologica E.Romagna
    orari e gg diversi, sede Facoltà teologica E.Romagna, p.le Bacchelli 4, Bologna

    mercoledì 12 febbraio
    Seminario “La cittadinanza dal punto di vista statistico, normativo e sociale” (sui temi delle migrazioni e della cittadinanza)
    a cura Regione E.Romagna
    dalle 9 alle 13,30, Terza Torre Regione E.Romagna, viale della Fiera 8, Bologna

    12 febbraio (e fino al 18/2)
    "Corpo Terrestre. Prospettive su ambiente e società" (edizione 2020 del Festival delle Bblioteche specializzate di Bologna)
    a cura Rete Specialmente in Biblioteca
    10 eventi in gg, sedi ed orari dversi

    giovedì 13 febbraio
    presentazione del volume "Io non sono straniero" (G.Viezzoli, 2019)
    a cura dell'autrice
    ore 18,30, Portapratello, via Pietralata 58/A, Bologna

    giovedì 13 febbraio (e venerdì 14 febbraio)
    convegno "Competenze per includere scenari del fare tra servizi e famiglie LGBT"
    a cura di Regione Emilia Romagna,
    dalle 9.30 alle 17.30 (giovedì) e dalle 9.30 alle 13.00 (venerdì), Sale 20 maggio 2012, Terza Torre, Regione Emilia Romagna, viale della Fiera 8, Bologna

    giovedì 13 febbraio
    incontro "Gli spazi dell'abitare comune"
    a cura progetto Salus space Comune Bologna
    dalle 15.30 alle 18.00, Sala del DAMSlab, piazzetta Pier Paolo Pasolini 5b, Bologna

    Settimana dal 17 al 23 febbraio

    lunedì 17 febbraio
    termine delle iscrizioni al corso di formazione "Discorsi e violenze razziste: dalla prevenzione alla tutela delle vittime"
    che si svolgerà giovedì 12 e venerdì 13 marzo presso il Centro Interculturale Zonarelli di Bologna
    a cura di CEFA

    martedì 18 febbraio
    proiezione del film "Like me back" (Leonardo Guerra Seragnoli, 2019)(Rassegna Gli adolescenti nel cinema)
    a cura Az.Usl Bologna
    Tre ragazze visitano la Croazia in barca, accompagnate da uno skipper. Il principale oggetto della loro vacanza sono però i loro telefoni cellulari, attraverso i quali amplificano gioie e dolori. Carla perde il suo telefono in mare e l'inquietudine comincia a serpeggiare nel gruppo.
    ore 20,15, Cinema Antoniano, via Guinizzelli 3, Bologna

    martedì 18 febbraio
    incontro  “Cambiamenti climatici: roba da ricchi? Il contrasto tra povertà e diseguaglianze nelle azioni di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici“
    a cura di I Martedì di San Domenico
    ore 21, Salone Bolognini, Centro S.Domenico, Piazza San Domenico 13, Bologna

    mercoledì 19 febbraio
    incontro "Dove andrà il lavoro. racconti di viaggio per lavoro o studio" (ciclo Vite in dialogo: storie in viaggio)
    a cura Parrocchia S.Bartolomeo della Beverara
    ore 20,30, Centro civico Borgatti, via M.Polo 51, Bologna

    sabato 22 febbraio
    terza giornata del "Punto informativo per la promozione dell'accesso alla lettura"
    a cura Biblioteca Sala Borsa, AID ass.italiana dislessia
    dalle 16 alle 18, box informativo, secondo piano, Biblioteca Sala Borsa, p.Nettuno, Bologna

    Settimana dal 24 al 29 febbraio

    NB: in virtù delle recenti disposizioni di carattere sanitario emanate dalla Regione Emilia Romagna, ove non specificatamente segnalato, verificare presso gli organizzatori degli eventi se gli stessi sono da ritenersi eventualmente sospesi/annullati/rinviati.
    Per informazioni sulla disposizioni regionali vedi qui


    lunedì 24 febbraio
    proiezione del film "Un evaso ha bussato alla porta" (rassegna Cine Care)
    a cura di Usl Città di Bologna
    Incolpato ingiustamente di aver provocato un incendio, un ragazzo fuggito di prigione si nasconde in una villa abitata da una giovane e un avvocato. I tre, a poco a poco, fanno amicizia e l'uomo di legge, presa a cuore la storia dell'evaso, lo difende pubblicamente convincendo la giuria della sua innocenza.
    dalle 16.15 alle 18.15 nell'Aula Magna dell'Ospedale Maggiore, Largo Nigrisoli, 2, Bologna

    martedì 25 febbraio
    proiezione del film "Chiamami col tuo nome" (Luca Guadagnino, 2018)(rassegna Gli adolescenti nel cinema)
    a cura Az.Usl Bologna
    Estate 1983, tra le province di Brescia e Bergamo, Elio Perlman, un diciassettene italoamericano di origine ebraica, vive con i genitori nella loro villa del XVII secolo. Un giorno li raggiunge Oliver, uno studente ventiquattrenne che sta lavorando al dottorato con il padre di Elio, docente universitario. Elio viene immediatamente attratto da questa presenza che si trasformerà in un rapporto che cambierà profondamente la vita del ragazzo.
    ore 20,15, Cinema Antoniano, via Guinizzelli 3, Bologna

    martedì 25 febbraio (ANNULLATO)
    seminario "Abitare smart. Il futuro delle tecnologie intelligenti per la persona che invecchia"
    a cura Centro regionale ausili E.Romagna
    dalle 9 alle 17,30, Centro Regionale Ausili Sala Mostra, Area Ausili di Corte Roncati, via Sant'Isaia 90, Bologna

    martedì 25 febbraio (ANNULLATO)
    Presentazione del volume "Teatro del Pratello.Venti anni tra carcere e società" (M.Marino,ed.Titivillus, 2019)
    a cura coop Teatro del Pratello
    ore 18, librerie.coop Ambasciatori, via Orefici 19, Bologna

    martedì 25 febbraio (ANNULLATO)
    incontro "Crisi libica tra politica e migrazioni"
    a cura CEFA onlus
    ore 17, Dipartimento Scienze politiche, Palazzo Hercolani, Strada Maggiore 45, Bologna

    martedì 25 febbraio (ANNULLATO)
    incontro formativo "I servizi INPS per i pensionati: accedere on line. Pin, Cu, cedolini pensione..."
    a cura di Pane e Internet (prenotazione obbligatoria: 051 219 4400)
    dalle 15 alle 17, Sala Borsa, p.Nettuno 3, Bologna

    giovedì 27 febbraio 2020
    seminario "Essere adolescenti oggi" (ciclo di incontri rivolti agli operatori che lavorano con gli adolescenti)
    a cura di CTS Ferrara
    dalle 14.30 alle 17.30 presso l'Aula Bachelet, via Monsignore Bovelli 7, Ferrara

    giovedì 27 febbraio  (ANNULLATO)
    presentazione del volume "Il corpo delle donne con disabilità. Analisi giuridica intersezionale su violenza, sessualità e diritti riproduttivi (Sara Carnovali, Aracne, 2018)
    a cura Biblioteca Italiana delle Donne
    ore 17, Biblioteca Italiana delle Donne, via del Piombo 5, Bologna

    giovedì 27 febbraio  (ANNULLATO)
    tappa bolognese del Salone della CSR e dell’innovazione sociale "Sfide, opportunità e innovazione per un agrifood sostenibile
    a cura Impronta etica
    dalle 9,30 alle 17,30,  DAMSLab, piazzetta Pasolini 5/b, Bologna

    sabato 29 febbraio (e altre date fno al 29 marzo)
    corso di formazione "CIAK MigrACTION: corso gratuito per giovani su migrazioni, media e media-attivismo" (iscrizioni entro 18/2)
    a cura Progetto europeo CIAK MigrACTION
    presso Centro Interculturale Zonarelli, via G.A. Sacco 14, Bologna)

    sabato 29 febbraio 2020
    spettacolo teatrale "Gran Casinò" sulla dipendenza patologica da gioco d'azzardo
    a cura di Comune di Bologna e altri
    alle ore 17 presso Quartiere Savena, via Faenza 4, Bologna

    sabato 29 febbraio (ANNULLATO)
    Prima assemblea generale del "Movimento no prison"
    a cura Movimento no prison
    dalle 10 alle 13, Casa del Popolo 20 Pietre, via Marzabotto 2, Bologna

    sabato 29 febbraio (ANNULLATO)
    incontro  "Dio è morto? Alla ricerca di qualcosa che non trovano"
    a cura de Il Resto del Carlino
    ore 17.45, Aula Magna Santa Lucia,  via Castiglioneì 36, Bologna

    Scadenze per iscrizioni ad eventi in programma in mesi successivi

    Pre-iscrizioni entro il 28 febbraio 2020
    Corso di formazione "Matematica e Intercultura" (Corso di Formazione di III livello per insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado dell'area metropolitana di Bologna)
    a cura Ist.G.F.Minguzzi, corso gratuito
    date: 4, 11, 18, 25 marzo. Dalle 15 alle 18, Biblioteca "Gian Franco Minguzzi - Carlo Gentili", via Sant'Isaia 90, Bologna
    Per iscrizioni http://bit.ly/MatInt2020

    Pre-iscrizioni entro il 28 febbraio 2020
    Corso di formazione "L’integrazione dei giovani adulti stranieri (da minori stranieri non accompagnati a neo-maggiorenni)"
    a cura Regione Emilia-Romagna e ANCI Emilia-Romagna, nell’ambito del progetto FAMI “SMART”
    Il percorso si svilupperà da marzo a giugno 2020, sarà gratuito e a numero chiuso (max 50 partecipanti) e prevede lezioni frontali in aula e gruppi di lavoro interattivi (a Bologna), nonché due visite a comunità – per un totale di 20 ore, articolate in 5 incontri.


    (**) chi presenterà alla cassa del Cinema Lumière la stampa di questa pagina o mostrerà il file sullo smartphone, avrà diritto al biglietto ridotto di 4,50 anziché 6,00 euro per le seconde visioni e di 6 euro anziché 7,00 euro per le prime visioni

  • 27 Gennaio 2020 | Una norma per colf, badanti e baby sitter vedi

    anziani in carrozzina in stradaanziani in carrozzina in strada
    L’attività di colf, baby sitter e soprattutto badanti costituisce ormai un elemento fondamentale dello stato sociale del Paese, trattandosi di figure professionali essenziali per lo svolgimento della vita delle famiglie italiane e in particolare per l’assistenza dei bambini e degli anziani. In questo quadro, si è avvertita sempre più forte l’esigenza di fornire alle famiglie dei criteri obiettivi e attendibili per la scelta di tali particolari categorie di lavoratori, non esistendo, fino all’approvazione di questa norma, alcun titolo di studio o requisito professionale per essere considerati colf, baby sitter o badanti “professionali”. Proprio per dare risposta a questa necessità del Paese, UNI - rispondendo anche a una richiesta formulata dalle parti sociali che si occupano del settore della collaborazione familiare in Italia - pubblica la norma UNI 11766 che definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali che operano nell'ambito dell'assistenza familiare, in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework).
    Leggi nel sito UNI ente nazionale normazione

    - Rassegna stampa sull Norma UNI
    Vita.it
    Secondo welfare
    Avvenire
    Intervista al Presidente di EbinColf sulla norma Uni [Video]

  • 23 Gennaio 2020 | Un nuovo progetto per aiutare le persone anziane ad accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione vedi

    Lepida SPIDLepida SPID
    Favorire la cultura del digitale e aiutare le persone anziane ad accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione online. E' l'obiettivo del protocollo di intesa siglato dai sindacati pensionati di Bologna SPI-CGIL, FNP-CISL e UILP-UIL insieme a Lepida Scpa, società in-house della Regione Emilia Romagna e provider per il rilascio gratuito di credenziali digitali personali SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale).

    Il progetto si propone di supportare le persone anziane nell'ottenimento delle credenziali SPID, che permettono di accedere, con un unico username e password, a tutti i servizi pubblici online: da Inps, all'Agenzia delle Entrate, al Fascicolo Sanitario Elettronico, ai servizi e le prestazioni erogate dal Comune. Le credenziali SPID consentono anche di utilizzare la APP del Comune "Bologna Welfare" (scaricabile gratuitamente da Google Play Store e App Store IOS) per richiedere direttamente dal proprio smartphone agevolazioni, contributi e sussidi.

    Con questi obiettivi verranno messi in campo dei percorsi formativi rivolti agli operatori sindacali perché supportino i loro assistiti nell'ottenimento delle credenziali e realizzati degli incontri con cittadini e pensionati. Infine verrà realizzato un opuscolo informativo sullo SPID da distribuire presso le sedi sindacali.

  • 20 Gennaio 2020 | "Il Servizio sociale e il lavoro di comunità". Primo monitoraggio sperimentale vedi

    MappaturaMappatura
    Rappresentare con dati e approfondimenti il lavoro di comunità messo in campo dal Servizio Sociale Territoriale a Bologna. E' questo l'obiettivo del Primo monitoraggio sperimentale "Il Servizio Sociale e il lavoro di comunità", promosso dal Comune di Bologna - Area Welfare e Benessere di Comunità e condotto da Iress.

    La ricerca rappresenta una prima fotografia delle azioni, i progetti, i percorsi, promossi o alimentati dal Servizio Sociale Territoriale, mirati a valorizzare e attivare le risorse della comunità (associazioni, reti di vicinato, cittadini,...) con l'obiettivo di favorire l'intercettazione dei bisogni, promuovere l'inclusione sociale e rafforzare i legami delle persone fragili.

    Lo scopo è mettere a sistema le esperienze, promuovendo lo scambio delle buone e prassi e valorizzando le connessioni del Servizio Sociale Territoriale con altri servizi pubblici (l'Ufficio reti e lavoro di comunità dei quartieri, il Servizio educativo territoriale, l'Azienda Usl, Asp Città di Bologna,...).

    Il fulcro della ricerca riguarda i progetti e le iniziative inclusive, che coinvolgono il Servizio Sociale Territoriale e assieme alle organizzazioni del territorio.  Complessivamente sono 147 sul territorio cittadino le esperienze avviate in questo ambito, con un coinvolgimento totale di 165 realtà tra enti del terzo settore (associazioni, società sportive, parrocchie,...) e organizzazioni di altro tipo, come sindacati, organizzazioni di categoria, esercizi commerciali. Più di 500 i volontari attivati e ben 6900 i beneficiari raggiunti da questi progetti.

    Accanto a questo, la mappatura prende in esame anche i Tavoli permanenti di co-progettazione promossi dal Servizio Sociale sul territorio, i Laboratori di quartiere avviati con il Piano di Zona, e interventi di gruppo avviati e gestiti dal Servizio Sociale Territoriale per promuovere la socializzazione, favorire lo scambio e la circolazione di informazioni su particolari tematiche (servizi per la non autosufficienza, abitare, genitorialità, socializzazione..). , incentivare relazioni di mutuo aiuto e promuovere l'empowerment delle persone.
    L'idea, in prospettiva, è di arrivare a mappare anche tutto il lavoro di comunità implementato sui singoli casi di presa in carico del Servizio Sociale.

    Scarica la presentazione dei dati>>

  • 16 Gennaio 2020 | Sportello Sociale di Borgo Panigale Reno: apertura a orario ridotto vedi

    Sportello socialeSportello sociale
    Per imprescindibili esigenze organizzative lo Sportello sociale della zona Borgo Panigale Reno (via Marco Emilio Lepido 25/31) continuerà ad effettuare, fino a nuova comunicazione, un'apertura secondo un orario ridotto: martedì e giovedì dalle ore 8.15 alle ore 14.00.

    Nei pomeriggi  rimane comunque aperta fino alle ore 17.30 la postazione di prima accoglienza dei cittadini (Postazione Open dello sportello) per informazioni di carattere generale ed eventuale riorientamento ad altri servizi/sportelli (ma, essendo chiuso lo sportello, non sarà possibile calendarizzare eventuali appuntamenti con il Servizio sociale, presentare bonus energetici o domande ai sensi delle legge 13/89 o 29/97, né svolgere altre attività che prevedano espressamente un colloquio con gli operatori di sportello).

    Le informazioni sul ripristino dei consueti orari di apertura, non appena disponibili, verranno pubblicate su questo sito e nella nostra pagina Facebook.

     

  • 14 Gennaio 2020 | Dalla Città Metropolitana una banca dati dei corsi di italiano per stranieri da costruire insieme al terzo settore vedi

    FestaFesta
    La Città Metropolitana di Bologna ha lanciato una nuova banca dati online sui corsi di italiano per stranieri promossi dal terzo settore, mirata a favorire l'accesso delle persone immigrate alla formazione linguistica.

    Accanto all'offerta formativa pubblica, realizzata dalle Istituzioni Scolastiche e dai CPIA-Centri Provinciali Istruzione Adulti, che possono rilasciare le certificazioni richieste dalla normativa, sono infatti attivi sul territorio metropolitano una trentina di soggetti del terzo settore che offrono corsi di lingua italiana per stranieri, mirati a raggiungere un livello di alfabetizzazione propedeutico alla partecipazione ai corsi per sostenere i test previsti dalla normativa presso i CPIA.

    La banca dati verrà implementata e periodicamente aggiornata autonomamente dagli stessi soggetti che realizzano i corsi, individuati in seguito alla manifestazione di interesse.

    I soggetti del terzo settore interessati a partecipare e quindi a implementare la banca dati online potranno manifestare la propria candidatura compilando l'apposito bando.

    L'avviso per le manifestazioni di interesse rimarrà aperto fino al 31 dicembre 2021.

    Maggiori informazioni sul sito della Città Metropolitana

  • 14 Gennaio 2020 | Genitori a Bologna: i dati del Servizio Statistica della Città Metropolitana vedi

    FamigliaFamiglia
    Continua ad alzarsi l'età media dei genitori alla nascita del figlio: per i padri è di 36,1 anni e per le madri di 32,4. Un neonato su 3 ha almeno un genitore di nazionalità straniera: sono 5.035 i bambini nati da genitori entrambi italiani e 2.580 quelli nati da almeno un genitore straniero.

    Sono alcuni dei dati che tracciano la mappa con le principali caratteristiche dei genitori nell'area metropolitana di Bologna pubblicata dal Servizio statistica della Città Metropolitana con dati riferiti al 2018.

    E' stabile il numero medio di figli per donna (1,33), in forte aumento la maternità delle donne più adulte: sono 873 i nati da mamme con più di 40 anni, pari all'11,5% del totale dei nati. Si tratta di un valore più che doppio rispetto a 15 anni fa: nel 2003 erano infatti 367, pari al 5,1%.

    Al 31 dicembre 2018 la popolazione femminile complessiva in età feconda (15-49 anni) è pari a 207.098 donne residenti; di queste 38.466 sono straniere, pari al 18,6% del totale. Rispetto al 2017 la popolazione femminile complessiva in età feconda (15-49 anni) è diminuita del -0,59%, ovvero -1.235 donne.

    Leggi sul sito della Città Metropolitana>>

  • 13 Gennaio 2020 | Elezioni regionali del 26 gennaio 2020. Facilitazioni al voto per persone non autosufficienti, ammalate, detenute vedi

    Urna elettoraleUrna elettorale
    Sono disponibili tutte le informazioni sulle facilitazioni per garantire il diritto di voto alle persone anziane, disabili, ammalate e detenute.
    Le facilitazioni riguardano il voto in seggi senza barriere, anche diversi dal proprio, il voto assistito con altra persona autorizzata o a domicilio, il voto per ammalati ricoverati in ospedali e case di cura e cittadini detenuti, i servizi di traporto da casa ai seggi.
    Leggi la nostra scheda informativa

    Nel sito del Comune è anche possibile consultare:
    Tutte le informazioni di carattere generale sulle Elezioni regionali 2020 a questo link
    Tutte le informazioni di carattere generale in tema di elezioni a questo link

  • 13 Gennaio 2020 | Aperti i bandi Acer per gli alloggi Erp e gli affitti di altre unità abitative vedi

    CaseCase
    Acer Bologna ha pubblicato il bando Erp 2020 e un ulteriore bando per la selezione di conduttori di alloggi di sua proprietà.

    Il bando Erp è rivolto a persone che risiedono o hanno attività lavorativa nel Comune di Bologna, che risiedano o lavorino in Emilia Romagna da almeno tre anni e presentino specifici requisiti di reddito (indicatore Isee) e patrimonio e  di cittadinanza o soggiorno. Le domande devono essere presentate entro il 30 dicembre. Tutte le informazioni sui requisiti e le modalità per fare domanda sono disponibili sul sito di Acer.

    Il bando per altri alloggi offre la possibilità, sulla base di specifici requisiti di reddito Isee, patrimonio e residenza (o domicilio lavorativo), di accedere in locazione ad alcuni alloggi di proprietà di Acer che verranno assegnati con canoni di tipo calmierato. Il bando resterà aperto fino alle ore 12 del 18 febbraio. E' prevista la possibilità di visitare gli alloggi messi in affitto. Informazioni e modulistica per fare domanda sono disponibili sul sito di Acer.

    Per entrambi i bandi è necessario essere in possesso dell'Isee 2020.

    Per informazioni è possibile contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico di Acer Bologna: tel. 800 014909 (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle 9 alle 17.30).

  • 13 Gennaio 2020 | Bonus bebé e Bonus nido, le novità 2020 vedi

    PiediniPiedini
    La Legge di Bilancio 2020 prevede diverse novità rispetto alle misure di supporto ai neogenitori.

    Gli aggiornamenti riguardano in modo particolare l'assegno di natalità (detto comunemente bonus bebé) e il contributo di sostegno alle famiglie per il pagamento del nido (bonus nido).

    Il bonus bebé a partire dal 1° gennaio diventa una misura di sostegno universale, erogata senza vincoli di reddito. Sparisce quindi il tetto Isee di 25mila euro.
    Gli importi della misura verranno tuttavia calibrati sulla base di tre fasce reddituali:
    - Isee fino a 7000 euro, bonus di 160 euro al mese;
    - Isee fino a 40mila euro, bonus di 120 euro al mese;
    - Isee superiore a 40mila, bonus di 80 euro.

    Novità anche per il bonus nido e forme di supporto presso la propria abitazione per bambini affetti da gravi patologie: a partire dal 2020 il contributo, che in precedenza poteva arrivare fino a un massimo di 1500 euro, è stato incrementato per alcune fasce di reddito, istituendo tre scaglioni.
    Questi gli importi previsti:
    - fino a un massimo di 3000 euro per i nuclei con Isee fino a 25mila euro;
    - fino a un massimo di 2500 euro per i nuclei con Isee tra 25mila e 40mila euro;
    - fino a fino a un massimo di 1500 euro per i nuclei con Isee superiore a 40mila.
    L'importo del contributo non può comunque superare quello della retta del nido.

    Le domande per entrambi i bonus potranno essere presentate online non appena Inps attiverà la procedura per l'anno 2020. Tutte le informazioni relative a tempi e modalità di presentazione, appena disponibili, verranno segnalate su questo sito, nella nostra newsletter e sulla nostra pagina Facebook.

    Nessuna variazione infine per il Premio nascita una tantum di 800, riconfermato anche per il 2020 con le stesse caratteristiche dell'scorso anno.

  • 9 Gennaio 2020 | Da PMG Italia tre nuovi automezzi per il trasporto di persone con disabilità vedi

    AutomezziAutomezzi
    Il Comune di Bologna ha inaugurato tre nuovi veicoli, attrezzati per il trasporso di carrozzine, messi a disposizione in comodato gratuito per il trasporto di persone con disabilità dall'azienda PMG Italia.

    Due di questi mezzi, assieme ad altri due già a disposizione, verranno utilizzati per il "Progetto mobilità garantita". Un servizio che  mira ad assicurare alle persone con ridotta mobilità il trasporto diretto al lavoro e ad attività di tempo libero e socializzazione, stimolando, nel contempo, l'attività sociale degli imprenditori locali, che sostengono il progetto con la locazione di spazi pubblicitari sulla carrozzeria degli autoveicoli.

    L'altro mezzo è invece destinato al progetto "Bologna For Community", realizzato da PMG Italia insieme al Bologna FC 1990, per il trasporto gratuito allo Stadio Dall'Ara dei i tifosi del Bologna con difficoltà motorie. Il progetto rappresenta un'esperienza pilota in Italia e farà parte della candidatura di Bologna al premio europeo delle città accessibili.
    A questo link www.bolognafc.it/bologna-for-community sono disponibili tutte le informazioni sulle modalità di prenotazione per gli utenti, che grazie alla app uCarer potranno agevolmente prenotare il proprio servizio e seguirne ogni fase.

  • 7 Gennaio 2020 | Isee 2020: tutte le novità vedi

    Isee 2020Isee 2020
    A partire dal 2 gennaio è possibile richiedere l'Isee 2020.
    Per i titolari di prestazioni e misure di sostegno al reddito erogate da Inps (bonus bebé, il reddito di cittadinanza, la carta acquisti,...) la mensilità di gennaio verrà erogata a prescindere dalla data di presentazione del nuovo Isee. Per ricevere invece regolarmente la mensilità di febbraio sarà necessario richiedere l'Isee entro il 31 gennaio 2020. In caso di ritardo le prestazioni verranno sospese, per poi riprendere una volta fatto l'Isee.

    Rispetto al periodo di validità dell'attestazione, dopo le tante modifiche e variazioni intervenute nel 2019, si ricorda che da quest'anno la validità dell'Isee andrà a coincidere con l'anno solare, così che le Isee stipulate a partire da gennaio 2020 scadranno tutte il 31 dicembre.
    Sempre a decorrere dal 2020, varia anche l'anno di riferimento dei patrimoni. Da quest'anno le giacenze e i saldi di conti correnti postali e bancari non dovranno più fare riferimento all'anno precedente, ma al secondo anno precedente. Quindi per il calcolo dell'Isee 2020 bisognerà presentare giacenza media e saldo 2018 (gli stessi già presentati per l'Isee 2019).
    Nessuna variazione invece per quanto riguarda i redditi da lavoro per i quali si continua sempre a fare riferimento al secondo anno precedente (Certificazione Unica e dichiarazione dei redditi 2019, attestante i redditi del 2018).

    Maggiori informazioni nella circolare Inps dedicata alle novità Isee 2020.