Servizi e Sportelli Sociali

Notizie

In questa rubrica troverete notizie attinenti le attività e le funzioni degli sportelli sociali e sui servizi e le politiche sociali:

- avvio di nuovi servizi/prestazioni e relativi criteri di accesso
- modifiche ad orari e sedi di servizi
- approvazioni di leggi/piani/regolamenti che offrono nuove opportunità ai cittadini
- segnalazioni di fonti di informazione e documentazione per approfondire i temi di interesse
- segnalazione di bandi, avvisi e quant'altro implica la presentazione di domande
- notizie su progetti e iniziative anche di altri enti e del terzo settore sulle politiche e tematiche sociali
- notizie da siti, quotidiani, riviste, agenzie stampa attinenti i mondi della marginalità e dei servizi sociali
- altro ancora per qualificare l'accesso alle rete dei servizi e delle opportunità territoriali e facilitare la comprensione dei fenomeni sociali

Avvertenza:
Le notizie riportate nel sito da agenzie stampa e siti web, che non sono fonte diretta del Comune di Bologna, vogliono avere le finalità di essere un contributo al dibattito e non riflettono necessariamente le eventuali posizioni in materia del Comune di Bologna.

 

  • 16 Febbraio 2018 | Ritornano i finanziamenti statali per abbattere le barriere architettoniche. All'E.Romagna 29,3 milioni vedi


    planimetrie edificoplanimetrie edifico
    “Un importante riparto per l’eliminazione delle barriere architettoniche è stato approvato oggi in sede di Conferenza Unificata”, dichiara Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni. “Si tratta di 180 milioni che andranno alle Regioni per favorire il superamento delle barriere architettoniche e in particolare negli edifici privati (lg.13/89). E’ una battaglia di civiltà e una misura fortemente voluta insieme al Governo, che ha inserito queste risorse nella legge di Bilancio". Questi fondi coprono buona parte dei fabbisogni inevasi fino al 2017, segnalati negli ultimi mesi dalle Regioni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
    Le Regioni ripartiranno a loro volta queste risorse verso i Comuni. E’ da sottolineare come la legge non venisse più rifinanziata da oltre quindici anni, nonostante i continui richiami dei cittadini e delle loro associazioni (da notare che la Regione E.Romagna ha ovviato a questo fin da subito, mettendo a disposizione propri fondi con la legge regionale 24/01).
    Ovviamente saranno necessari tutti i tempi tecnici prima che tali finanziamenti siano concretamente disponibili nelle casse dei Comuni (firma del decreto, sua pubblicazione, tutte le azioni degli Uffici regionali e comunali relativi alle domande eventualmente non finanziate fino al 2017).
    Leggi nel sito della rete dei Caad

  • 14 Febbraio 2018 | Reddito di Solidarietà: in quattro mesi 11mila domande. Il picco a Bologna e Modena vedi

    Banner RESBanner RES
    Dopo quattro mesi di applicazione sono 11mila in tutta la regione le domande presentate per avere il Res, il Reddito di solidarietà introdotto dalla Regione Emilia-Romagna, con una media di 93 domande per ogni giorno lavorativo.
    E' quanto emerge dall'ultima elaborazione realizzata dall'Università di Modena e Reggio-Emilia relativamente al periodo dal 18 settembre scorso al 18 gennaio di quest'anno. A livello territoriale, il maggior numero di domande si registra nella provincia di Bologna (2.346 domande su 482.861 famiglie residenti), segue l'ambito provinciale di Modena  (1.533 domande su 300.584 famiglie).

    Riguardo al profilo di coloro che richiedono il Res, le informazioni di dettaglio restano per ora quelle relative a due mesi fa. I richiedenti si dividono pressoché alla pari fra uomini (50,6%) e donne (49,4%) e nella gran parte dei casi (69%) senza minori a carico. A conferma di come la misura regionale, pur avendo parametri reddituali differenti, affianchi e integri quella nazionale (Reddito di inclusione), allargandone la platea dei destinatari.
    Se il Reddito di Inclusione infatti si rivolge a famiglie con figli minori o disabili e ai nuclei, anche unipersonali, dove sia presente un over 55 disoccupato, il Res amplia la platea anche ai singoli e a tutte le coppie senza figli minori sotto ai 55 anni di età, nonché a tutti i cittadini stranieri con permesso di soggiorno non di lungo periodo.

    Per maggiori informazioni è possibile consultare le nostre schede informative:
    Res - Reddito di solidarietà (misura regionale)
    Rei - Reddito di inclusione (misura nazionale)

    (Fonte: sociale.regione.emilia-romagna.it, redazione sportelli sociali)

  • 12 Febbraio 2018 | Riforma del terzo settore: un incontro con Alessandro Lombardi, direttore del terzo settore presso il Ministero del lavoro vedi

    Convegno ForumConvegno Forum
    "Terzo settore. Che forma prende la Riforma". E' questo il titolo di un incontro promosso dal Forum Terzo Settore Emilia Romagna per fare il punto sulla Riforma del Terzo Settore interloquendo con Alessandro Lombardi, Direttore Generale dell'Ufficio Terzo Settore presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

    L'appuntamento è per martedì 20 febbraio dalle ore 10.00 presso il Mercato Sonato, in via Tartini 3, a Bologna.

    Dopo l'intervento di Lombardi, in programma una Tavola rotonda con gli interventdi di:
    Federico Alessandro Amico, Portavoce Forum Terzo Settore Emilia Romagna;
    Elisabetta Gualmini, Vice Presidente della Regione Emilia Romagna;
    Maurizio Mumolo, Direttore del Forum Nazionale del Terzo Settore;
    Alberto Bellelli, coordinatore welfare ANCI Emilia Romagna e sindaco di Carpi;
    Marina Balestrieri, segreteria CGIL Emilia Romagna.

    Per informazioni: info@forum3er.it

  • 8 Febbraio 2018 | Diventa volontario per un giorno: il 24 febbraio torna la colletta alimentare vedi

    targa emporiotarga emporio
    Sabato 24 febbraio 2018 alcuni punti vendita Nordiconad di Bologna ospiteranno una raccolta di beni di prima necessità per sostenere gli Empori Solidali di Case Zanardi, il Banco di Solidarietà, le Cucine Popolari, la Mensa dell’Antoniano e quella dell'Opera Padre Marella.
    Per aderire ed aiutare nella raccolta dei beni alimentari, anche solo per alcune ore nella giornata, basta compilare il modulo online. Leggi su bandieragialla.it

  • 8 Febbraio 2018 | Elezioni politiche del 4 marzo e persone con difficoltà nell'esercizio del voto vedi

    scheda elettoralescheda elettorale
    In vista del turno elettorale del 4 marzo p.v. sono attivati vari servizi ed interventi per facilitare il diritto di voto alle persone con difficoltà nell'esercizio del voto, disabili e anziani in primis. Il Comune di Bologna rende disponibili nel suo sito, nella sezione Partecipazione e diritti, alcune pagine specifiche in materia.
    In particolare, poichè legati a scadenze, segnaliamo:
    - nel caso si richieda il voto domiciliare è necessario attivare la procedura preventivamente (entro il 12/2).
    - se si desidera votare assistiti da una persona esistono varie casistiche, compresa quella di produrre una certificazione dell'Ausl che, ovviamente, va richiesta per tempo (per rendere più agevole l'esercizio del diritto di voto, le ASL rafforzeranno il servizio di rilascio dei certificati di accompagnamento e dell'attestazione medica).
    Attivate anche le informazioni per:
    - il servizio di trasporto ai seggi. Le modalità e tempi di prenotazione sono diversificate a seconda della necessità di trasporto con mezzi attrezzati o ambulanza. E' utile informarsi per tempo e prenotare entro le date stabilite (Per il trasporto con mezzi attrezzati entro il 1/3, per il trasporto in ambulanza si prenota invece nelle giornate del 2,3,4 marzo)
    Leggi la scheda nel ns sito con tutte le informazioni

  • 8 Febbraio 2018 | 1 marzo. Scadono i bandi lg.13/89 e Lg.29/97 su barriere architettoniche, acquisto/adattamento auto disabili, acquisto attrezzature/arredi/tecnologie disabili vedi

    logo casa disabililogo casa disabili
    Come ogni anno scade il 1 marzo il termine per la presentazine delle domande dei bandi citati: quello sugli interventi di abbattimento barriere negli edifici residenziali e quello relativo ai contributi previsti dalla legge regionale 29/97 sia per acquisto o adattamento veicoli per persone disabili (trasportati o guidatori) che per acquisto di attrezzature, arredi, tecnologie utili per l'autonomia a domicilio o per affettuare attività di studio/lavoro/riabilitazione altrimenti impossibili da svolgere fuori dal domicilio.

    Informazioni presso gli sportelli sociali (per barriere a arredi/tecnologie anche presso lo Sportello del CAAD). Le domande vanno presentate su apposita modulistica, presso gli sportelli sociali

    Le tre schede informative nel ns sito (quali spese finanziabili, chi può accedere ai bandi, quali documneti allegare...):
    - Contributi per opere finalizzate al superamento e all'eliminazione delle barriere architettoniche (Legge 13/89)
    - Contributi per l'acquisto di attrezzature ed altri interventi che favoriscano la permanenza nella propria abitazione delle persone disabili gravi (LR 29/97, art.10)
    - Contributo per l'acquisto e/o l'adattamento di veicoli privati destinati a disabili (LR 29/97, art.9)

  • 6 Febbraio 2018 | La scelta di Bologna: i quartieri, culle di welfare vedi

    logo partecipazionelogo partecipazione
    Nati storicamente come centri di raccolta delle istanze politiche e sociali dei cittadini, i quartieri bolognesi, nell’ultimo decennio, hanno progressivamente perso molte funzioni gestionali poichè ricollocate a livello centrale, accentuando i propri poteri consultivi e di rappresentanza e caratterizzandosi come luoghi della partecipazione, atti, pertanto, a promuovere anche con l'ausilio di nuove modalità sociali e tecnologiche, la presenza e il coinvolgimento della cittadinanza e di tutte le realtà del territorio. Un lungo articolo del sito nuovowelfare.it dedicato alla riforma dei quartieri, alla riorganizzazione del Servizio sociale territoriale, alla prospettiva del lavoro di comunità.

  • 1 Febbraio 2018 | Concorso di idee E-Care. Al via la settima edizione vedi

    volto anzianovolto anziano
    Sono sette, con quella del 2018, le edizioni del "Concorso di idee e-Care", il bando finanziato attraverso il FRNA (Fondo Regionale per la Non Autosufficienza) e rivolto ad associazioni del Terzo settore - volontariato, promozione sociale, libere forme associative e cooperative - per ottenere un contributo da utilizzare in progetti di sostegno a favore della popolazione anziana fragile residente nei territori dell'AUSL di Bologna.
    Il bando è aperto dal 5 febbraio al 14 marzo e sarà presentato il 12 febbraio (9,30-13,00) in un incontro pubblico presso l'Area Monumentale Roncati, Aula delle Colonne, in via S.Isaia 94 a Bologna.
    L'obiettivo, come nelle sei precedenti edizioni, è supportare la fragilità e prevenire la non autosufficienza. Il Concorso, organizzato dall’Azienda Usl di Bologna e da CUP2000, si svolge grazie a un finanziamento della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria di Bologna.
    Leggi tutto nel sito dell'Az.Usl Bologna

  • 31 Gennaio 2018 | Contrasto alla povertà e all'esclusione sociale, al via la cabina di regia vedi

    GermoglioGermoglio
    Una cabina di regia contro la povertà e l'esclusione sociale. Il progetto è stato lanciato dal sindaco Virginio Merola e dall'assessore Giuliano Barigazzi, che nei giorni scorsi hanno incontrato esponenti di Confindustria Emilia Area Centro, Legacoop Bologna, Confcooperative, Cgil Bologna, Cisl Area Metropolitana Bolognese, Uil, Forum del terzo settore e Fondazione Carisbo.

    Secondo i dati Eurostat (l'istituto europeo di statistica) nel 2016, in Emilia Romagna, era a rischio di povertà il 16,4% della popolazione a fronte del 30% in Italia e del 23,5% in Europa. Non esistono stime precise per gli altri livelli del territorio ma in Città Metropolitana si possono stimare circa 165 mila persone (64mila nel comune di Bologna) che sono a rischio di povertà o di esclusione sociale. Negli anni della crisi, a partire dal 2008, l’analisi delle dichiarazioni dei redditi ha fatto emergere che a pagare il prezzo maggiore sono stati i giovani che non hanno potuto contare su salari certi e adeguatamente retribuiti mentre gli anziani hanno avuto redditi certi dovuti in primo luogo alle pensioni.

    Dati che evidenziano la necessità di costruire politiche pubbliche e integrate che vadano a incidere in particolare sulle persone a rischio di impoverimento, dal momento che, per le persone in povertà assoluta, il Governo ha varato il Reddito d’inclusione (REI) cui la Regione Emilia Romagna ha affiancato il Reddito di solidarietà (RES).

    La cabina di regia sarà quindi un luogo di condivisione di politiche contro la povertà e l’esclusione sociale basata su una forte collaborazione tra istituzione pubbliche, Comune e Città Metropolitana, associazioni di categoria, il terzo settore su cui ha agito recentemente un’importante riforma legislativa, la Curia e le Fondazioni bancarie. Alla cabina di regia si affiancherà un tavolo tecnico che, entro due mesi, attuerà una prima ricognizione degli strumenti che sono in campo e che possono essere oggetto di progettazione condivisa.

    (Fonte: Ufficio stampa Comune di Bologna)

  • 31 Gennaio 2018 | Bonus nido: dal 29 gennaio è di nuovo possibile fare domanda vedi

    asilo nidoasilo nido
    Dal 29 gennaio è di nuovo possibile fare domanda per il Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione per bambini affetti da gravi patologie. La misura, introdotta con la finanziaria 2017, riguarda i bambini nati dal 1° gennaio 2016 che frequentano asili nido pubblici e privati e o che usufruiscono di forme di assistenza domiciliare perché affetti da gravi patologie croniche.

    Per ottenere il bonus per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione basterà semplicemente allegare all’atto della domanda, un’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta, che dichiari per l’intero anno di riferimento, “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. Il contributo, dell'importo di 1000 euro, verrà erogato in un'unica soluzione.

    Se richiesto per l'asilo nido, il contributo viene invece erogato con cadenza mensile parametrando l’importo massimo di 1.000 euro su 11 mensilità, per un importo massimo di 90,91 euro, direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata.
    Per presentare domanda sarà necessario dimostrare l'iscrizione del bambino presso il nido (attraverso documentazione relativa all'inserimento in graduatoria del bambino oppure alle rette pagate) e indicare tutte le mensilità per le quali si richiede il beneficio, anche quelle da settembre in poi (riguardanti cioè l'anno scolastico 2018/2019).
    Coloro che hanno giù usufruito del bonus per alcune mensilità durante l'anno solare 2017, per ricevere il contributo durante tutti gli 11 mesi spettanti, dovranno ripresentare domanda nel 2018.

    Tutte le informazioni utili nella nostra scheda>>

  • 30 Gennaio 2018 | Convegni, corsi, conferenze sociali a Bologna... e non solo (febbraio 2018) vedi

    sala convegnosala convegno
    Convegni, corsi, conferenze, presentazioni di libri su tematiche sociali a Bologna, e non solo, nel mese di febbraio.

    giovedì 1 febbraio
    convegno "20 anni al Rizzoli. La Scuola in Ospedale"
    a cura Ist.Ortopedico Rizzoli
    dalle 9 alle 17, Istituto Rizzoli, Sala Vasari, ala monumentale Ospedale,  via Pupilli 1, Bologna

    giovedì 1 febbraio
    incontro "Accogliere come. Per una riforma del Sistema Nazionale di Accoglienza"
    a cura di  Europasilo - Rete nazionale per il diritto d'asilo
    dalle 10 alle 17, Auditorium Enzo Biagi, Biblioteca Salaborsa, Piazza del Nettuno 3, Bologna

    sabato 3 febbraio
    convegno "Autismo: conoscere per agire"
    a cura di Angsa Ravenna
    dalle 8.30 alle 17.30, via Piemonte 7, Ravenna

    sabato 3 febbraio
    incontro di presentazione del progetto "Mi racconto la mia storia", un laboratorio di scrittura per adottivi adulti
    a cura CIAI - Centro Italiano Aiuti all'Infanzia
    alle 15, sala incontri CostArena, via Azzo Gardino 40, Bologna

    sabato 3 febbraio
    incontro "Sussidiarietà, inclusione, fraternità" (Prima lezione ad ingresso libero del corso "La riforma del terzo settore")
    a cura Scuola diocesana di formazione all’impegno sociale e politico
    dalle 10 alle 12, Istituto Vertitatis splendo, via Riva Reno 57, Bologna

    lunedì 5 febbraio (e anche 12, 19 e 26/2)
    ciclo "Gli adolescenti nel cinema. Film e conferenze gratuiti" (i 4 film: "17 anni e come uscirne vivi", “Microbo e gasolina”, “My skinny sister”, “The bling ring”)
    a cura di Az.Usl, Comune Bologna
    alle 20.15, Cinema Antoniano in Via Guido Guinizelli 3, Bologna

    lunedì 5 febbraio
    incontro "Migranti: un’occasione per informarsi e riflettere. Secondo in contro: i dati"
    a cura Ist.De Gasperi
    ore 21, Chiesa S.M.della carità, Via San Felice 64, Bologna

    martedì 6 febbraio (e anche 23/2)
    seminaro "Dal welfare aziendale al welfare di comunità - Incontro pubblico"
    a cura Fond.Manodori
    ore 9, Fond.Manodori, via Carducci 1/c, Reggio Emilia

    mercoledì 7 Febbraio
    incontro "Accoglienza, immigrazione e declino demografico" (ciclo Game of Fears: appuntamenti con il gioco della paura)
    a cura Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna
    ore 9, Palazzo Marchesini, Via Marsala 26, Bologna

    mercoledì 7 Febbraio
    incontro “Religiosità, educazione, cittadinanza. Costruire la pace nella convivenza democratica: quali compiti per l’educazione”
    a cura dell'Associazione Abramo e Pace
    ore 15.30, Sala Farnese di Palazzo d’Accursio, Piazza Maggiore 6, Bologna

    mercoledì 7 febbraio
    incontro con Andrea Segre regista del film “L’ordine delle cose” e proiezione del film
    a cura rivista “Africa e Mediterraneo”
    ore 20, cinema Tivoli, via Massarenti 418, Bologna

    giovedì 8 Febbraio
    seminario "Globale, postcoloniale e storia dei concetti politici"
    a cura  Unibo Dipartimento di Storia Culture Civiltà
    ore 16, Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Aula Gambi, Piazza San Giovanni in Monte 2, Bologna

    giovedì 8 Febbraio
    incontro "Amministrazione di sostegno. Cos'è, a cosa serve, cosa bisogna fare"
    a cura centro G.F.Minguzzi
    ore 16, centro sociale Malpensa.via Jussi 33, S.Lazzaro di Savena (Bo)

    venerdì 9 (anche 16) Febbraio
    incontro "Diritti a fior di pelle"
    a cura di Avvocato di strada
    dalle 15 alle 18, sala prof. Marco Biagi, via santo Stefano 119, Bologna

    sabato 10 febbraio
    incontro "Legami e duelli: giudice e psicoanalista davanti alla coppia in conflitto"
    a cura centro psicoanalitico di Bologna
    dalle 9,30 alle 18, Centro Psicoanalitico di Bologna, Via Cesare Battisti 24, Bologna

    sabato 10 febbraio
    seminario "Giornata formativa "Prendersi cura con le parole"
    a cura di Unika Conferences Events
    dalle 9 alle 17.30 presso l'Aemilia Hotel, Via G. Zaccherini Alvisi 16

    lunedì' 12 febbraio
    incontro di presentazione del bando "Concorso di idee E-Care 2018" (Contributi progetti per anziani fragili)
    a cura Distretto Asl Bologna, Cup2000
    dalle 9,30 alle 12,30, Area Monumentale Roncati, Aula delle Colonne, in via S.Isaia 94, Bologna

    mercoledì 14 Febbraio
    incontro "Il caso delle vaccinazioni infantili" (ciclo Game of Fears: appuntamenti con il gioco della paura)
    a cura Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna
    ore 9, Palazzo Marchesini, Via Marsala 26, Bologna

    mercoledì 14 febbraio
    incontro "I cieli sopra Bologna"
    a cura di Centro interculturale Massimo Zonarelli
    dalle ore 9.30 alle 13, Centro Interculturale Massimo Zonarelli, Via Giovanni Antonio Sacco 14, Bologna

    giovedì 15 febbraio
    incontro "Campi profughi, mobilità forzata e soggettività migrante"
    a cura di Mediateca Gateway e Pettirouge Prod
    dalle 18 alle 22, Mediateca Gateway, via San Petronio Vecchio 33/b, Bologna

    Sabato 17 febbraio
    INCONTRO "Haters: l'odio corre in rete" (rassegna DISumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporane)
    a cura di Centro Psicoanalitico di Bologna e Biblioteca Salaborsa
    ore 16.30, Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa, p.Nettuno 3, Bologna

    sabato 17 febbraio (e anche 3 e 24/3 e 7/4)
    incontro "Alle radici delle migrazioni del terzo millennio"
    a cura Associazione Diversa/mente
    dalle 9 alle 13, Centro CostArena, via Azzo Gardino 48, Bologna

    lunedì 19 febbraio (e fino al 23/2)
    "7° Workshop internazionale del Laboratorio italo-brasiliano" (ruolo delle reti internazionali di cooperazione nella sanità e nel welfare)
    orari e sedi degli incontri delle 5 giornate in corso di definizione

    lunedì 19, martedì 20 febbraio
    "Prima Conferenza nazionale delle operatrici e degli operatori Sprar"
    a cura ANCI, SPRAR
    lun 9,30-18; mar 9,30-13, Auditorium Parco della Musica, Sala Sinopoli, Roma

    martedì 20 febbraio
    incontro "La Riforma del Terzo Settore"
    a cura Forum Terzo Settore Emilia-Romagna
    dalle 10 alle 13, Mercato Sonato, via Tartini 3, Bologna

    mercoledì 21 febbraio
    incontro "Lo sguardo del cinema sulla disabilità. La Mediateca di LedHa tra passato e futuro"
    a cura di LEDHA
    ore 16, Rob de Matt, Via Enrico Annibale Butti 18, Milano

    mercoledì 21 febbraio
    incontro "Presentazione del progetto Sente-mente Bologna" (Ben-essere nelle case residenza anziani di Bologna)
    a cura  Coop Elleuno, Beata Vergine delle Grazie, Istituto S.Anna e Santa Caterina, Coop Sollievo, ASP Laura Rodriguez, ASP Città di Bologna
    ore 18,30, Sala Parrocchia San Giovanni Bosco, via B. Maria Dal Monte 12, Bologna

    venerdì 23 febbraio
    incontro  "Giovani e futuri immaginati. Quando l'innovazione è sociale"
    a cura di Gruppo tematico nazionale Giovani politiche, CNCA
    dalle 9.30 alle 12, Spazio Eco, via dei Mille 2, Casalecchio di Reno (Bo)

    Venerdì 23 febbraio
    seminario "I comuni e l’attuazione del reddito di inclusione"
    a cura Lega Autonomie
    dalle 10 alle 13, Legautonomie Sala Gualandi, via degli Scialoja 3, Roma

    venerdì 23 febbraio
    incontro "11° Giornata Nazionale del Braille e 30° anniversario di fondazione del Centro Braille San Giacomo di Bologna"
    a cura Unione italiana ciechi e ipovedenti, Istituto dei ciechi Cavazza, Movimento Apostolico Ciechi, Centro Braille San Giacomo
    ore 17,30, Istituto dei ciechi F.Cavazza, Sala Paolo Bentivoglio, Via Castiglione 71, Bologna

    sabato 24 febbraio
    seminaro "Epilessia e desiderio genitoriale"
    a cura Ass.AEER - Associazione Epilessia Emilia-Romagna
    dalle 8,30 alle 10,30, Ospedale Bellaria, Pad. G, 1° piano aule B e C, via Altura 1/8 , Bologna

    lunedì 26 febbraio
    "Incontro di presentazione delprogetto PUERI"
    a cura CIES, Fond.Assistenti sociali, Ministero interno
    ore 17, Teatro Dusem via cartoleria 42, Bologna

    martedì 27 febbraio
    incontro "La dipendenza da gioco d’azzardo a Bologna e in Romagna: evidenze da una ricerca"
    a cura IPSSER
    dalle 16,30 alle 19, IPSSER, Via Riva di Reno 57, Bologna

    mercoledì 28 febbraio
    Inaugurazione del cohousing L'Oasi, progetto di vita indipendente per persone con disabilità
    a cura di Azienda USL Distretto di Bologna, ASP Città di Bologna, Comune di Bologna e AIAS
    dalle 12 alle 14, via Barozzi 7, Bologna

  • 29 Gennaio 2018 | La pagina Facebook Servizi e Sportelli Sociali diventa "Politiche sociali e salute" e si arricchisce di tanti nuovi contenuti vedi

    Copertina facebookCopertina facebook
    E' online la nuova pagina Facebook Politiche sociali e Salute del Comune di Bologna. Una pagina che raccoglierà tutte le attività dell'Assessorato e che testimonierà il lavoro di rete del Comune con l'obiettivo di dare conto di una struttura sempre più solida di welfare di comunità che l'amministrazione Comunale intende realizzare a Bologna in dialogo con tutto il territorio metropolitano.
    Accanto a questo la pagina Facebook Politiche sociali e Salute raccoglie il testimone della precedente Servizi e sportelli sociali - avviata ad agosto 2017 e ora confluita nella nuova pagina - proponendosi come uno strumento di dialogo con i cittadini, di informazioni su servizi e opportunità, nonché come un luogo dove il welfare si racconta, dando una faccia e una voce alla tradizione bolognese delle politiche sociali.

    "Vorremmo che questo diventasse un luogo di confronto e discussione - è l'auspicio dell'assessore Giuliano Barigazzi - una possibilità in più per i cittadini ma, anche, una rappresentazione di un lavoro capillare che deve continuare a interrogarsi per essere adeguato ai tempi".

    Visita la pagina facebook Politiche sociali e salute>>

  • 26 Gennaio 2018 | Giornata della Memoria 1: esce Il Diario di Anna Frank in versione adatta a chi ha disabilità cognitive o linguistiche vedi

    diario anna frankdiario anna frank
    "Caro diario spero di confidarti ogni mio pensiero, come non ho mai potuto fare": inizia così il diario di Anna Frank, che diventa ora accessibile anche ai giovani adulti con disabilità cognitive o linguistiche per cui i testi tradizionali risultano spesso inavvicinabili.
    Il diario di Anna Frank è infatti il primo volume di una nuova collana editoriale nata dalla collaborazione tra edizioni La Meridiana, il CDH/Accaparlante di Bologna e l'associazione Arca Comunità "l’Arcobaleno" di Granarolo, sotto la supervisione del Centro Studi INBook. Il volume è arricchito da illustrazioni in mixed media realizzate dagli studenti delle scuole medie “Saffi” dell'Istituto Comprensivo 11 di Bologna.
    Il volume esce nella collana "Parimenti. Proprio perché cresco", che è una collana INBook, libri in simboli codificati che rendono la lettura accessibile a tutti. La scelta della casa editrice, maturata nel corso del 2017 insieme alle due associazioni collaboratrici, è stata quella di dedicarsi alla traduzione in simboli di libri per giovani adulti, da portare in biblioteche, scuole e librerie per rendere i classici della narrativa per ragazzi accessibili davvero a tutti.

    La collana editoriale ha come pubblico di riferimento giovani adulti con disabilità, una fetta di lettori completamente dimenticata dal panorama editoriale italiano. "L'editoria italiana ha fino ad ora investito poco su questa tipologia di testi - afferma Elvira Zaccagnino, direttore generale della casa editrice - quando lo ha fatto, ha scelto di rivolgersi soprattutto ai bambini, traducendo in simboli albi illustrati e libri per la primissima infanzia. La scelta editoriale nostra invece è di pubblicare classici della narrativa per ragazzi in INBook".
    In questo modo, anche i giovani adulti con disabilità possono leggere libri adatti alla loro età, come fanno i loro coetanei, e accedere alla conoscenza, alla relazione con gli altri, all'autonomia sul piano dei saperi. La collana si avvale anche del contributo di alcune persone con disabilità della cooperativa Accaparlante che trasformano il testo in simboli.
    La collana Parimenti proseguirà con la pubblicazione di altri volumi e il prossimo sarà Dracula di Bram Stoker.
    Approfondisci e scarica ulteriori materiali sul volume

    Un ponte per la memoria: Moni Ovadia parla de "Il diario di Anna Frank" in INBook
    «Questa edizione del libro di Anna Frank è particolarissima e ha un valore simbolico e concreto straordinario e che io saluto come un'iniziativa che dovrebbe essere presa a paradigma per dare futuro a questa idea della Memoria che è tanto importante per le nostre società quanto rischiosa nella sua gestione. [...] Questa pubblicazione non è scritta con il linguaggio consueto, ma con un linguaggio nuovo e a mio parere straordinario. Parliamo di un linguaggio di immagini e di simboli che permette alla storia paradigmatica di questa ragazzina [...] con un talento straordinario [...] di essere accessibile a persone e esseri umani che hanno deficit cognitivi. Questo libro stabilisce un ponte tra le vittime ebree della Shoah e le prime vittime sterminate dal regime nazista, i portatori di handicap. Fu quello il primo sterminio, il primo marchio di quello che era il nazi-fascismo.»

  • 26 Gennaio 2018 | Giornata della Memoria 2. "Porrajmos. Il dovere della memoria" un incontro a Bologna sul genocidio di Rom, Sinti e Jenisch vedi

    schedaturaschedatura
    Martedì 30 gennaio dalle ore 21 alle ore 23, l’Officina I Care – Centro Studi Donati invita all’incontro dal titolo “Porrajmos: il dovere della memoria", in via Mascarella 46. Si parlerà dello sterminio nazista dei Rom e dei Sinti, insieme agli ospiti della serata Dijana Pavlović, attrice e attivista per i diritti umani, e Luca Bravi, storico dell’Università di Firenze.

    Fra il 1939 e il 1945, con l’obiettivo di eliminare chi non apparteneva alla “razza pura”, circa 6 milioni di Ebrei, 500.000 Rom, Sinti e Jenisch furono uccisi dai nazisti insieme a persone con disabilità, appartenenti a minoranze religiose, omosessuali. Ma quanto ancora c’è da scrivere sulla storia di quegli anni?  Se la parola Shoah ha un significato sempre più conosciuto, c’è ancora molto silenzio intorno al Porrajmos, il genocidio di Rom, Sinti e Jenisch. Come già avvenuto per gli Ebrei e non solo, questo sterminio è stato rimosso par la fatica dei sopravvissuti nel raccontare ciò che subirono, temendo di non essere creduti per il pregiudizio che pesava e pesa ancora su di loro.
    Leggi tutto su bandieragialla
    Per approfondire visita il sito porrajmos.it


  • 18 Gennaio 2018 | Razzismo brutta storia: dalla campagna al sito web vedi

    Il razzismo è una brutta storiaIl razzismo è una brutta storia
    Lanciata alla fine del 2008 e divenuta associazione culturale nel 2011, la campagna Il razzismo è una brutta storia ha l'obiettivo primario di "smontare gli stereotipi e i luoghi comuni alla base di razzismo e discriminazioni". Sul portale ad essa dedicato si individuano, oltre l'obiettivo citato, i luoghi di azione: la scuola, la biblioteca, la libreria, il carcere, ma anche diversi festival e luoghi di incontro e di fermento culturale.
    Per realizzare quest'opera di sensibilizzazione, la piattaforma offre una serie di contributi, che vanno dai servizi informativi (news e newsletter) alla proposta dei quattro settori in cui si inseriscono tutti i progetti promossi: educazione, calendario, campagne e network.
    Per il primo, il focus è individuato soprattutto nella scuola. Sul sito può essere infatti comodamente scaricato il kit didattico "La scuola oltre la siepe", contenente materiali di promozione della cultura della non-discriminazione e dell’inclusione. Altre iniziative educative sono poi segnalate, tra cui laboratori, concorsi e festival di sensibilizzazione.
    Col motto "Per una memoria attiva, per imparare dal passato, e perché il futuro sia meglio del presente" si presenta invece la sezione calendario. Al suo interno viene proposto, infatti, un calendario annuale, su cui risultano evidenziate una serie di date significative per il percorso dell'integrazione.
    Il razzismo è una brutta storia si rende partecipe o promotore anche di una serie di campagne di sensibilizzazione; lo fa raccontando storie migranti e conducendo - tra le altre - battaglie contro l'esclusione dalla cittadinanza per i nati in Italia da genitori di origini straniere.
    La campagna è, inoltre, anche parte di un network più ampio, ENAR, che unisce ONG antirazziste locali e nazionali in tutta Europa, partecipando attivamente ai lavori di questo e diffondendo il materiale elaborato al suo interno.
    Il razzismo è una brutta storia  è, infine, aperto a chiunque voglia parteciparvi, diventando socio, collaborando nell'ospitare una delle sue iniziative, o donando tempo e competenze come volontario.

  • 18 Gennaio 2018 | Badanti in calo. "Peso maggiore sulle famiglie, avremo più anziani soli" vedi

    badantebadante
    In Italia si contano 13,4 milioni di anziani. Gli ultra 65enni aumentano al ritmo di 260 mila all’anno. Ma mentre il paese invecchia, i servizi per la non autosufficienza sono in affanno. Il numero degli assistente familiari diminuisce anno
    dopo anno: calano le colf regolarmente registrate, restano pressoché stabili le cosiddette badanti. A fotografare la situazione è Welforum, l’osservatorio nazionale sulle politiche sociali. Come spiega Sergio Pasquinelli, responsabile di ricerca presso Ars e Irs e vicedirettore dell’osservatorio, le conseguenze di questa situazione peseranno soprattutto sulle famiglie. Col rischio di avere sempre più anziani soli, e senza assistenza.

    “Una delle cause della diminuzione degli assistenti familiari sono i costi. La badante ha un costo non indifferente per le famiglie che, come sappiamo, negli ultimi anni si sono sempre più impoverite -. spiega Pasquinelli -. Dunque ci troviamo davanti a un problema non solo di offerta ma anche di domanda. Un secondo motivo che vediamo è la diminuzione di offerta di convivenza da parte delle badanti: ci sono meno donne disposte alla convivenza con l’anziano rispetto a una volta. Sono aumentate, infatti, le badanti integrate in Italia, che preferiscono quindi lavorare a ore.
    Leggi tutto su redattoresociale.it

  • 18 Gennaio 2018 | Di comunità, generativo, secondo..perfino sartoriale. I tanti "nuovi" welfare vedi

    welfarewelfare
    La crisi del welfare è tema che tiene banco da oltre 30 anni (..."Crisi del welfare, handicap, richiesta di nuiovo servizi", data 1985 il convegno organizzato a Bologna da Anffas e Aias) e con la crisi economica iniziata nel 2008 ha preso il via una forte accelerazioni sui possibili modelli di riforma. Il lessico ha testimoniato di questa accelerazione facendoci conoscere molteplici "ricette" tra cui quello di comunità,  generativo e il cosiddetto secondo welfare sono quelle che hanno avuto più risonanza. Ma molti autori si sono inoltrati su altri e più di dettaglio territori, lessicali e non. Giorgi Merlo nel suo sito programmazionesociale ci da conto in una scheda di sintesi delle varie "vie al welfare" attraverso l'analisi di una quarantina di termini.
    Leggi tutto

  • 18 Gennaio 2018 | Disabilità: il Programma di azione biennale è legge vedi

    logo ministerologo ministero
    È dunque finalmente legge il Secondo Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l'integrazione delle persone con disabilità. Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (12 dicembre 2017) il Programma di azione, adottato con decreto del Presidente della Repubblica, conclude la sua lunga fase di gestazione giacché lo specifico Osservatorio nazionale sulla Disabilità lo aveva licenziato già nel 2016.
    Ora dovrebbe iniziare l’articolata fase applicativa che vede interessati, con responsabilità diverse, Governo, Ministeri, Parlamento, Regioni ed Enti locali, oltre ad istituzioni ed organismi pubblici. Il Programma infatti reca indicazioni operative (linee di azione) su moltissimi ambiti che interessano direttamente o indirettamente la qualità della vita delle persone con disabilità: dalla revisione dai criteri per il riconoscimento della stessa, alla salute, al lavoro, allo studio e alla mobilità. Senza tralasciare temi quali lo sviluppo del sistema statistico e del monitoraggio dell’attuazione delle politiche o la cooperazione internazionale.
    Il Programma in sé è molto articolato e indica azioni specifiche, soggetti attuatori e coinvolti, sostenibilità economica, ma la sua reale applicazione dipende dalle reali volontà politiche, organizzative ed amministrative.
    Leggi tutto e scarica il testo del Programma biennale nel sito handylex.org

  • 18 Gennaio 2018 | Emilia Romagna. Ispezioni Nas in 170 strutture per anziani vedi

    carabiniericarabinieri
    Operazione dei Carabinieri del Nas di Bologna in dicembre sulle strutture ricettive per anziani ubicate nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Le attività ispettive, che hanno interessato oltre 170 strutture (case di riposo, residenze sanitarie assistenziali, case famiglia e comunità alloggio) sono state programmate per aumentare il livello di controllo e tutela delle fasce sociali più deboli, con particolare riferimento agli anziani.
    Nella provincia di Bologna, riferisce una nota dei Nas, sono state controllate 81 attività, denunciando all’autorità giudiziaria 3 operatori per lesioni colpose e somministrazione di medicinali scaduti, mentre ulteriori 3 titolari di centri sono stati segnalati all’autorità amministrativa e sanitaria per violazioni amministrative.
    In un intervento è stato necessario sospendere l’attività di una struttura ricettiva, la cui attività è stimata in 500 mila euro, che ospitava persone anziane non autosufficienti in ambienti non autorizzati e non idonei allo scopo, sequestrando farmaci scaduti di validità. Sono state inoltre contestate varie sanzioni amministrative pari a  20 mila euro per irregolarità gestionali ed organizzative, tra cui aver allestito posti letto in esubero rispetto alla capacità ricettiva autorizzata.
    Leggi tutto su quotidianosanità

  • 18 Gennaio 2018 | Papa Francesco sui migranti. Incontri a Bologna vedi

    logo incontrilogo incontri
    L'Istituto De Gasperi di Bologna ha organizzato un ciclo di tre incontri sui temi delle migrazioni che si svolgeranno tra il 29 gennaio e il 12 febbraio p.v. in collaborazione con la sede ISTAT di Bologna e la Parrocchia si S.Maria della carità.
    Come di consueto l'Istituto mette a disposizione interessanti materiali di documentazione di corredo.
    A proposito di orientamenti di fondo in tema di migranti anche recentemente Papa Francesco ha detto cose assai significative ed impegnative: nel Messaggio per la Giornata mondiale della Pace prima, in quello per la Giornata del migrante e del rifugiato poi, e anche l'omelia pronunciata in San Pietro nella Messa di domenica 14 gennaio. Scarica i documenti
    Il programma del ciclo di incontri

  • 18 Gennaio 2018 | Bonus e card. Fuori dalla Finanziaria due altre misure di sostegno economico per ora non attivabili vedi

    euroeuro
    Oltre a quanto previsto dalla Finanziaria per il 2018 (vedi altra notizia) sono state approvate nelle ultime settimane due altre misure di sostegno economico sulle quali tuttavia per ora non è possibile attivare domanda.

    La prima è la Carta della famiglia prevista già due anni orsono dalla legge finanziaria 2016. E' stato emanato il decreto attuativo che prevede tutta una serie di passi da fare da parte dei Comuni, compreso l'integrazione con misure analoghe locali, e ricordiamo che a Bologna è attiva da anni la Family card che però ha dei requisiti diversi. Bisognerà quindi aspettare i temi tecnici necessari ai Comuni per oraganizzarsi, integrare le misure e attivare le convenzioni previste per faciluitaziioni su acquisto di beni e servizi. Il Ministero deve inoltre varare un sito specifico sulla misura. Tempi necessariamente non brevissimi.  Leggi tutto nel sito del Ministero welfare

    La seconda misura è il Bonus idrico nazionale, analogo ai bonus gas ed elettricità. Il Ministero segnala che prima di luglio non è possibile fare domanda in quanto è necessario fare modifiche al programma informatico nazionale di gestione (Sgate). Inoltre in sede locale è necessariio integrare la misura con quella locale di carattere regionale, le "Agevolazioni sul servizi idrico" il cui bando 2018 non è ancora uscito. Anche qui occorre attendere.
    Leggi sul sito autorità energia

  • 18 Gennaio 2018 | Bando per la concessione delle borse di studio a.s. 2017/18 rivolte agli studenti delle scuole superiori vedi

    logo borse studiologo borse studio
    La Città Metropolitana di Bologna ha pubblicato il 15 gennaio il Bando per la concessione delle borse di studio a.s. 2017/18 rivolte agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.
    Le domande potranno essere presentate unicamente on-line utilizzando l'apposito applicativo all'indirizzo https://scuola.er-go.it/ a partire dal 15 gennaio e fino alle ore 14.00 del 28 febbraio 2018. Il requisito per accedere al bando è un ISEE del nucleo famigliare non superiore a 10.632,94 euro. Gli studenti con la media almeno del 7 e quelli disabili riceveranno un importo maggiorato del 25%.
    Gli studenti frequentanti l’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado che hanno già presentato domanda per il contributo libri di testo a.s. 17/18, residenti in Emilia-Romagna, saranno considerati di diritto beneficiari della borsa di studio finanziata con risorse statali e pertanto non dovranno presentare domanda di borsa di studio.
    Leggi nel sito della Città Metropolitana e scarica il Bando

  • 18 Gennaio 2018 | Disumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporanea. Ciclo di incontri vedi

    simboli dsimboli d'odio
    Il Centro Psicoanalitico di Bologna e Biblioteca Salaborsa propongono la quinta edizione de "Il Lettino e la Piazza", ciclo di incontri fra psicoanalisti, intellettuali e rappresentanti della società civile per riflettere e dialogare sui temi sensibili del presente. Tema della rassegna di quest'anno è DISumanità: aggressività, odio, violenza nella realtà contemporanea.
    Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti e si tengono alle 16.30 in Auditorium Enzo Biagi di Salaborsa:
    - sabato 20 gennaio "Tempi Efferati"
    Guido Rampoldi, giornalista e scrittore La violenza come scelta razionale
    Irene Ruggiero, psicoanalista Le radici affettive della distruttività
    Modera Franco D'Alberton, psicoanalista
    - sabato 17 febbraio "Haters: l'odio corre in rete"
    Giovanni Foresti, psicoanalista Odio e colpa nell'età del virtuale
    Chiara Lalli, giornalista e scrittrice Odiatori, narcisisti e mitomani
    Modera Roberto Verlato, psicoanalista
    - sabato 10 marzo "Narrazioni cruente"
    Carlo Lucarelli, scrittore, regista, giornalista Perche' siamo così cattivi (noi giallisti)?
    Mario Vittorangeli, psicoanalista Racconto della violenza e violenza del racconto
    Modera Piero Di Domenico, giornalista
    Leggi tutto nel sito di sala Borsa

  • 17 Gennaio 2018 | Le politiche della Regione per la Terza Età, il 22 gennaio la VI Conferenza PAR vedi

    anzianianziani
    Confronto sulla sensibilizzazione dei temi del welfare e dell'innovazione di comunità, nonché sulle sfide legate ai nuovi modelli di sostegno alla domiciliarità: sono tra i principali ambiti che verranno affrontati nel corso della VI Conferenza del PAR (Piano di azione regionale per la popolazione anziana) in programma per lunedì 22 gennaio alle ore 9.30 a Bologna, presso la Regione Emilia-Romagna (Sala "20 maggio 2012" - Terza Torre - Viale della Fiera 8).
    La riflessione partirà dai risultati dei lavori svolti nel 2017 nell'ambito dei vari tavoli tecnici e del tavolo politico. A tirare le fila degli interventi saranno l'assessore alle Politiche per la Salute Sergio Venturi, che aprirà con un intervento su "L'invecchiamento attivo come risorsa sociale" e, in chiusura, la vice presidente e assessore al Welfare Elisabetta Gualmini che esaminerà "Le sfide e i nuovi bisogni sociali in Emilia-Romagna".
    Leggi su sociale.emiliaromagna.it

  • 17 Gennaio 2018 | Azienda Usl di Bologna: richiedere online le esenzioni dai ticket vedi

    logo azienda usllogo azienda usl
    Sono centinaia le prestazioni che si possono ottenere evitando le code agli sportelli CUP. Da gennaiio tutte le autocertificazioni necessarie per ottenere l’esenzione per reddito dai ticket per le prestazioni sanitarie, si possono fare anche online, senza recarsi agli Sportelli CUP. Si tratta di un ulteriore passo avanti nel percorso di progressiva dematerializzazione della documentazione sanitaria, avviato da tempo dall’Azienda Usl di Bologna. In particolare, sul sito dell’Azienda Usl di Bologna sono da oggi disponibili anche i moduli per richiedere l’esenzione disposta dalla Regione Emilia-Romagna riservata ai cittadini e ai loro famigliari che hanno perso il lavoro, o si trovano in cassa integrazione o in mobilità, o hanno un contratto di solidarietà (codice di esenzione E99).
    Questa prestazione si aggiunge a quelle già disponibili online sul sito dell’Azienda Usl di Bologna nella sezione Anagrafe Sanitaria.

    Nel dettaglio, online è possibile
    - Richiedere le vaccinazioni obbligatorie
    - Scegliere, cambiare o revocare il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta
    - Autocertificare il diritto alle esenzioni da reddito (codici di esenzione E01, E02)
    - Autocertificare la propria fascia di reddito per il ticket
    - Contestare gli eventuali accertamenti dell’autocertificazione della fascia di reddito
    - Giustificare una mancata disdetta
    - Collegarsi alla pagina web del Fascicolo Sanitario Elettronico. Attraverso il FSE è possibile prenotare, modificare e disdire l’appuntamento per esami e visite specialistiche; pagare i ticket sanitari; cambiare il medico di famiglia; inserire altri documenti sanitari cartacei, come referti di visite o esami effettuati in strutture private o precedenti all’attivazione; consultare i tempi di attesa delle visite specialistiche.

    In generale, nel territorio metropolitano bolognese è possibile prenotare, cambiare e disdire gli appuntamenti attraverso 225 farmacie e 9 parafarmacie (elenchi disponibili sul sito dell’Azienda Usl di Bologna) che effettuano servizio CUP, l’app “ER Salute”, il sito cupweb.it, il Fascicolo Sanitario Elettronico www.fascicolo-sanitario.it o, solo per la disdetta, il sito opencup.cup2000.it.
    I pagamenti, invece, possono essere effettuati online sul sito pagonlinesanita.it, presso le farmacie e parafarmacie che effettuano servizio CUP, i riscuotitori automatici presso le strutture sanitarie e le casse abilitate dei supermercati Coop.
    Leggi tutto nel sito dell'Az.USL
    Accedi al servizio on line di autocertificazioni

  • 17 Gennaio 2018 | ISTAT: La spesa dei comuni per i servizi sociali nel 2015 vedi

    logo istatlogo istat
    È confermata anche per il 2015 la tendenza alla ripresa della spesa per il welfare locale dei Comuni, singolarmente o in forma associata. L'incremento è dello 0,2% rispetto al 2014, anno in cui era stata registrata una crescita dello 0,8%, dopo un triennio di flessione.
    Nel 2015 la spesa dei Comuni per i servizi sociali, al netto del contributo degli utenti e del Servizio Sanitario Nazionale, ammonta in volume a circa 6 miliardi 932 milioni di euro, corrispondenti allo 0,42% del Pil nazionale. La spesa di cui beneficia mediamente un abitante in un anno è pari a 114 euro a livello nazionale e rimane invariata dal 2013 al 2015.
    Al Sud la spesa pro-capite è decisamente inferiore rispetto al resto d'Italia: da 50 euro pro-capite si passa a valori superiori a 100 euro annui in tutte le altre ripartizioni, con un massimo di 166 euro per il Nord-est.
    Il 38,5% delle risorse è destinato alle famiglie con figli, il 25,4% ai disabili, il 18,9% agli anziani, il 7% al contrasto della povertà e dell'esclusione sociale, il 4,2% agli immigrati e lo 0,4% alle dipendenze.
    Leggi tutto nel sito di ISTAT

  • 17 Gennaio 2018 | Lo sviluppo della riforma del Terzo settore in Emilia Romagna vedi

    terzo settoreterzo settore
    Il 3 luglio 2017 è stato promulgato il Decreto Legislativo 117, il "Codice del Terzo settore", che
    rappresenta uno degli elementi più importanti della cosiddetta Riforma del Terzo settore. Poiché le politiche sociali sono materia di potestà concorrente tra Stato e Regioni - e, quindi, anche le attività che in tale campo vengono sviluppate dal Terzo settore - agli enti regionali spetta il compito di implementare la Riforma per quel che riguarda diversi aspetti di loro competenza. In questo articolo si vedranno, a titolo di esempio, le attività messe in campo dalla Regione Emilia Romagna per attuare quanto previsto dal d.lgs 117/2017.
    Leggi su secondo welfare

  • 17 Gennaio 2018 | Media, immaginari, paure. Ciclo "La politica della paura" a cura dell'Università vedi

    volto spaventatovolto spaventato
    Terrorismo, complottismo internazionale, immigrazione, bullismo e manifestazioni di odio; serie tv, horror e fantascienza: lo sfruttamento dell’immaginario della paura percorre l’intero ecosistema mediale, dalle produzioni audiovisive alla Rete, rendendo sempre più labile il confine fra reale e finzionale. I media non esercitano solo funzioni di tipo informativo, ma attivano processi latenti che amplificano l’effetto emotivo nella sfera pubblica, con effetti importanti a livello politico, commerciale e giuridico.
    Primo incontro il 19 gennaio con la prof.ssa Joke Hermes (Inholland University, Amsterdam), dalle 10 alle 13,  Sala Rossa, Palazzo Marchesini, via Marsala 26, Bologna.
    Il programmna e gli annunci degli incontri successivi

  • 17 Gennaio 2018 | Non profit: l'altra faccia della luna vedi

    lunaluna
    Recentemente tutto il dibattito nazionale sul cosiddetto non profit è stato assorbito dalla legge di riforma e relativi provvedimenti collegati. Non mancano però voci che segnalano anche limiti e contraddizioni della fase legislativa e culturale che in Italia si sta affrontando su questi aspetti. Vi segnaliamo due qualificati contributi in materia:

    La riforma del terzo settore e i rischi per il volontariato
    Ugo Ascoli e Emmanuele Pavolini si occupano di volontariato, uno dei fenomeni più dinamici ed interessanti di partecipazione socio-politica. Dopo averne illustrato i caratteri di fondo e le trasformazioni in atto, sostengono che da un attento esame del mondo del volontariato risulta confutata l’idea che vi sia una crisi della partecipazione socio-politica, anche se permangono alcune preoccupanti criticità. La loro conclusione è che la riforma del Terzo Settore, di cui offrono una prima valutazione, rischia di danneggiare più che aiutare una vasta parte di tale mondo.

    Non profit e il trend anticiclico. Una crescita contro corrente
    Il direttore di Aiccon Paolo Venturi e il segretario di Iris Network e ricercatore di Euricse Flaviano Zandonai commentano il censimento dell’Istat sul Terzo settore pubblicato il 20 dicembre: forse più difficoltà a rappresentare la voce della società: "Dal 2011 al 2015 si è assistito a una specie di rivolgimento settoriale. Sembra di intravedere, ad esempio, una «istituzionalizzazione» dell’advocacy, con una diminuzione dell’ambito «tutela dei diritti e attività politica» (-22,9%) e una quasi corrispondente crescita delle «relazioni sindacali e rappresentanza di interessi» (+21,5%), a indicare un non profit sempre più presente ai «tavoli» del dialogo istituzionale ma forse più in difficoltà a rappresentare la voce di una società profondamente mutata nella sua
    stratificazione socioeconomica e politico culturale".

  • 17 Gennaio 2018 | Razzisti della porta accanto, un italiano su due giustifica violenze e aggressioni sui social vedi

    uova diverso coloreuova diverso colore
    Dei 55 italiani su cento che, rispondendo a un sondaggio di Swg (15 novembre 2017), hanno
    giustificato il razzismo, la gran parte probabilmente escluderebbe di essere razzista. La domanda era diretta: «Determinate forme di razzismo e discriminazione possono essere giustificate?». Per il 45 per cento è «no mai». Per il 29 «dipende dalle situazioni». Per il 16 «solo in pochi specifici casi». Per il 7 «nella maggior parte dei casi». Per il 3 «sempre». Se la domanda fosse stata «lei è razzista?» è presumibile che avrebbe risposto sì il 3 per cento per cui il razzismo è giustificabile sempre, e forse alcuni del 7 per cento per cui è accettabile nella maggior parte dei casi. Il razzismo è una malattia insidiosa, dà sintomi vaghi, talvolta deboli o indecifrabili: non si prende il razzismo come un’influenza, dall’oggi al domani.
    Leggi su La Stampa

  • 17 Gennaio 2018 | Riforma del Terzo Settore: un corso a cura della Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico vedi

    terzo settoreterzo settore
    “La Riforma del Terzo Settore al via”: è il titolo del ciclo di incontri che, a partire da febbraio 2018, la Chiesa di Bologna e la Scuola Diocesana di Formazione all’Impegno Sociale e Politico organizzano in collaborazione con Istituto Veritas Splendor e Fondazione Ipsser. Gli incontri saranno in totale otto e andranno dal 3 febbraio  al 24 marzo; si terranno il sabato mattina dalle ore 10 alle ore 12 principalmente presso l’Istituto Veritatis Splendor in via Riva Reno 57 a Bologna.
    L’iniziativa è rivolta a tutte le persone impegnate in attività sociali e politiche, e a chiunque voglia approfondire la tematica. Il primo incontro, dal titolo “Sussidiarietà, inclusione e fraternità”, sarà tenuto da Don Matteo Prodi, professore di Morale Sociale e da Don Paolo Boschini, professore di Filosofia, entrambi della Facoltà Teologica dell’Emilia-Romagna. I temi trattati durante tutta l’iniziativa saranno vari, e andranno da “L’iter legislativo e le
    principali novità della Riforma” a “Il ruolo del volontariato e il servizio civile”, ma anche “Terzo Settore e processi di integrazione dei migranti” e “L’impresa sociale nei nostri territori”. Interverranno anche l’Onorevole Luigi Bobba, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ed Elisabetta Gualmini, vicepresidente e assessore al welfare della Regione.
    Leggi su sociale.emiliaromagna.it

  • 17 Gennaio 2018 | Sanità: tutti pazzi per il Secondo Pilastro vedi

    ospedale stilizzatoospedale stilizzato
    C’è una straordinaria e inedita convergenza d’interesse sul Secondo pilastro di finanziamento dei
    servizi sanitari, basato su assicurazioni private e varie forme di welfare aziendale. Ma questo Secondo pilastro è veramente integrativo? È forse orientato sulla assistenza domiciliare, su cronicità e non autosufficienza, su attività di assistenza sociosanitaria con valenza territoriale? Non sembra. Una semplice lettura delle proposte assicurative e dei piani previsti nei diversi Fondi sanitari ci indica tutt’altro: un insieme di prestazioni, talora offerte con modalità inappropriate, largamente duplicative di quelle presenti nel Servizio sanitario nazionale.
    Leggi il contributo di Marco Geddes pubblicato su saluteinternazionale.info e ripreso nel sito del Gruppo
    solidarietà

  • 16 Gennaio 2018 | Per il 2018 cresce di 92 centesimi al mese l'indennità di accompagnamento vedi

    spicciolispiccioli
      Come ogni anno vengono ridefiniti, collegandoli agli indicatori dell'inflazione e del costo della vita, gli importi delle pensioni, assegni e indennità che vengono erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche. L'indennità di accompagnamento per le persone incapaci di compiere gli atti quotidiani della vita cresce di 92 centesimi, la pensione per invalidi civili parziali di 3 euro e 8 centesim. "Se la passano meglio" sordi e ciechi i cui aumenti sfiorano i 4 euro mensili.
    Leggi su handylex.org

  • 16 Gennaio 2018 | Pensioni/indennità relative all'invalidità civile. Piccole trattenute a gennaio e febbraio vedi

    busta pagabusta paga
    Nel mese di gennaio 2018 e per alcuni anche nel mese di febbraio, saranno operate piccole trattenute sugli importi relativi alle provvidenze dell'invalidità civile. Così come gli aumenti sono risicatissimi per l'anno 2018, anche queste trattenute saranno di lievissima entità, pochi euro, e dovute al recupero della percentuale di variazione delle rivalutazione delle pensioni dell’anno 2015 che era sta calcolato allo 0,3% ed invece il tasso effettivo è risultato essere dello 0,2%.
    Leggi tutto su disabili.com e consulta la circolare Inps in materia

  • 16 Gennaio 2018 | Censimento ISTAT non profit 1. I primi risultati. vedi

    logo istatlogo istat
    Al 31 dicembre 2015 le istituzioni non profit in Italia sono 336.275, l’11,6% in più rispetto al 2011, e complessivamente impiegano 5 milioni 529mila volontari e 788mila dipendenti. È la fotografia del settore contenuta nel “Primo censimento permanente sulle istituzioni non profit” svolto dall’Istat nel 2016 con riferimento al 2015 e presentata il 20 dicembre scorso a Roma.
    Leggi tutto nel sito di Aiccon
    Per un riassunto dei dati leggi la nota ISTAT


  • 16 Gennaio 2018 | Censimento ISTAT non profit 2. E' Natale..."si può...DIRE di più" vedi

    pinzepinze
    Sulla stampa, dopo la presentazione di ISTAT dei dati sul Censimento delle organizzazioni non proft relativi al 2015, è tutto un coro entusiastico su quell'11,6% di organizzazioni in più. Nemmeno questa volta, al pari dei censimenti precedenti, la stampa ritiene di dover precisare che l'ISTAT nell'universo non profit ricomprende anche gli enti religiosi, le organizzazioni sindacali e professionali, le persone impegnate nel servizio civile, le ONG e anche i partiti politici (vedi qui per i criteri del censimento), quindi tutta una serie di soggetti che pur svolgendo una funzione sociale e avendo, a volte, forma associativa, non sono certo per tanti aspetti equiparabili al volontariato, la cooperazione sociale, l'associazionismo, e in particolare quello impegnato nell'ambito sociale, dell'emarginazione, della sanità, della protezione civile.  E anche i 5milioni e mezzo di volontari sparati nei titoli andrebbero "letti" forse con maggiore attenzione.
    Leggi su bandieragialla.it

  • 10 Gennaio 2018 | Innovare i servizi e consolidare i risultati, presentato il bilancio preventivo 2018 di Asp Città di Bologna vedi

    Logo AspLogo Asp
    Innovare nei servizi e consolidare i risultati: sono questi i prossimi obiettivi di ASP Città di Bologna, che ha presentato in conferenza stampa il bilancio preventivo 2018. Al centro del lavoro dell’Azienda Servizi alla Persona, l’attenzione ai cambiamenti sociali e all’evoluzione dei bisogni dei cittadini.
    Tra le sfide, sintetizzate dall'assessore al welfare e alla sanità, Giuliano Barigazzi: "L'invecchiamento della popolazione, che crea esigenze di mantenimento dei diversi gradi di autonomia; le nuove povertà, che richiedono un'integrazione delle politiche di welfare a tutto tondo e la messa a sistema metropolitano delle politiche dei diversi enti".

    Con un risultato stimato d’esercizio di + € 122.653 (nel 2014 il dato era di - € 909.425) l'ASP prosegue nella tendenza in crescita degli anni passati e conferma l’esito positivo dell’ultimo consuntivo. Pari a 89.382.112 euro sono le entrate previste per il 2018 a fronte di spese per 87.071.444 euro: dati a cui contribuisce, dal 2017, anche l’affidamento ad ASP Città di Bologna dell’attuazione del progetto SPRAR per il settore delle protezioni internazionali (32 milioni di fondi destinati dal Ministero). Altre entrate arrivano dalle rette, oltre 11 milioni, e 18,1 milioni dal Comune per i servizi relativi al disagio adulto, alla domiciliarità e ai minori. Tra le principali voci di spesa si registrano invece 45 milioni per servizi socio-assistenziali-sanitari, 2,1 per sussidi-borse-lavoro, 16,6 per personale dipendente, 4 per imposte e tasse e 1,7 per manutenzioni e riparazioni.

    Leggi tutto sul sito di Iperbole>>

    Le slide di presentazione e la rassegna stampa sul sito di Asp>>

  • 7 Gennaio 2018 | Cittadini in difficoltà, anche nel 2018 esenzione dai ticket per visite ed esami e farmaci gratuiti vedi

    ricetta medicaricetta medica
    La Giunta regionale, anche per tutti il 2018, si impegna a sostenere i lavoratori colpiti dalla crisi, i cittadini interessati dal terremoto del 2012 e le famiglie indigenti individuate dai Servizi sociali dei Comuni.
    È stato infatti prorogato fino al 31 dicembre di quest'anno un pacchetto di misure che vanno dall’esenzione dal ticket per visite, esami specialistici ed assistenza farmaceutica, alla distribuzione gratuita dei farmaci di fascia C, a seconda dei destinatari interessati dal provvedimento. Interventi introdotti già nel 2009, all’inizio della difficile congiuntura economico-finanziaria, e rafforzati dopo il sisma, che ora vengono così confermati per il nono anno consecutivo.
    Leggi tutto su sociale emilia romagna