La maratona di Bologna prevista per il 1 marzo è stata annullata

11 Febbraio 2020

[AGGIORNAMENTO LUNEDI' 24 FEBBRAIO 2020]

Il Presidente della Regione Emilia-Romagna ha emanato un'ordinanza con i provvedimenti per la sicurezza e la tutela dei cittadini in vigore da lunedì 24 febbraio a domenica 1 marzo compresi: per questo motivo, la Bologna Marathon 2020, prevista per domenica 1 marzo è annullata. 

 

Un grande ritorno. Un appuntamento che mancava da tanto tempo nella città di Bologna e nel panorama podistico italiano e internazionale. È la Bologna Marathon 2020, corsa su strada certificata FIDAL, un condensato di storia, arte e bellezza e che andrà in scena domenica 1 marzo, organizzata dalla Bologna Sport Marathon. Al suo fianco, ci saranno anche la 30 km dei Portici, utile in preparazione alle maggiori maratone europee, e la 6 km Bologna City Run non competitiva, che si snoderà interamente nel centro storico. "Per noi è un grande appuntamento- afferma l'assessore allo Sport Matteo Lepore-, un graditissimo ritorno che ci permetterà di coinvolgere tutta la città. Abbiamo deciso di dedicare la sfida sui 30 chilometri ai portici. È un obiettivo quello del riconoscimento Unesco dei portici, che ci vede competere a livello internazionale e come credo farà anche questa maratona".

Come cambia la circolazione

La Bologna Marathon 2020 in programma in città domenica 1 marzo, con partenza alle 9.30 da via Indipendenza e chiusura in Piazza Maggiore alle 15.30, richiamerà un alto numero di partecipanti e pubblico: per consentire lo svolgimento della manifestazione, sono stati adottati provvedimenti di traffico contenuti in un’ordinanza emanata dal settore Mobilità del Comune di Bologna. La maratona attraverserà tutti i quartieri della città, pertanto saranno in vigore divieti di transito che iniziano al passaggio del primo corridore e terminano dopo il passaggio dell’ultimo corridore. Domenica 1 marzo saranno anche in vigore i provvedimenti relativi alla domenica ecologica e quelli collegati ai T-Days. Le deviazioni dei bus saranno disponibili sul sito di Tper.

World Autism Awareness Day

E proprio la 6 km Bologna City Run sarà l'evento che aprirà il mese BLU precedendo il  World Autism Awareness Day, un mese di iniziative ed eventi capaci di richiamare l’attenzione della collettività sulle persone con autismo e sulle loro famiglie e curato dalla Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici – Angsa Bologna aps – e Didì ad astra aps, Enti del Terzo Settore particolarmente impegnate nella promozione della socializzazione, inclusione e tutela delle persone fragili e con disturbo dello spettro autisticoLa Bologna CityRun si colorerà quindi di Blu e darà la possibilità, grazie anche al contributo di COOP Alleanza 3.0, di partecipare gratuitamente all’appuntamento e condividere un momento comunitario conviviale di sollievo e di benessere. 

#RunToGreen

 Bologna Marathon ha a cuore l’ambiente e in occasione della manifestazione promuove #RunToGreen, un progetto che intende rendere più ecosostenibile l’evento e al tempo stesso sensibilizzare i cittadini verso questa tematica. Finalità del progetto è ridurre l’impatto ambientale della Maratona, diminuire l’emissione di anidride carbonica, e incrementare i benefici socio-culturali ed economici dell’evento, attraverso una serie di azioni che vanno dai trasporti, alla raccolta differenziata, all’eliminazione di materiali inquinanti, all’utilizzo di materiali sostenibili, all’economia circolare. I volontari saranno fondamentali per aiutare a raccogliere e differenziare i rifiuti prodotti, un supporto importante per i tecnici dei servizi ambientali di Hera, che si occuperanno della raccolta degli imballaggi utilizzati durante la maratona e della pulizia della città post evento. Alcune associazioni metteranno in atto anche delle iniziative speciali, come ad esempio Recooper e Second Life, progetto di recupero e ri-uso di abiti, che si concentrerà sulla raccolta degli indumenti lasciati dai runner alle griglie di partenza prima della partenza.

Volontari

Il successo di una gara si basa soprattutto sul sostegno dei volontari. Lo staff organizzativo della Bologna Marathon cerca 500 volontari che contribuiscano nella realizzazione di numerose attività, ognuna fondamentale per il coordinamento di questo evento. I volontari portranno supportare le attività di: consegna pacchi gara, preparazione del materiale per ristori, spugnaggi, cartellonistica e transennatura del percorso, zona partenza e arrivo, deposito sacche gara e sorveglianza. Scopri come diventare volontario della Bologna Marathon.

Il Tracciato

 Il tracciato di tutte le sfide costeggerà per larga parte i portici bolognesi, recentemente candidati a Patrimonio Mondiale Unesco.

 

Per quanto riguarda la corsa regina sarà una 42 chilometri e 195 metri completamente diversa dal passato e che attraverserà tutti e sei i quartieri cittadini: Borgo Panigale–Reno, San Donato–San Vitale, Savena, Navile, Porto-Saragozza e Santo Stefano. Scorrevole e suggestiva, la maratona si snoderà per 10 chilometri nel centro storico (i prime due e gli ultimi otto), mentre gli altri 32 abbracceranno il resto della città. Tutt’altro che piatto, il percorso avrà un dislivello positivo di 274 metri.

Il tracciato della maratona si presenta ad anello, con partenza da via Indipendenza e chiusura in piazza Maggiore. Un percorso che si snoda fra palazzi nobiliari e chiese storiche e che può vantare anche alcuni passaggi molto caratteristici e meno noti ai non bolognesi.
È il caso del "Treno", un edificio residenziale degli anni '60 (alla Barca, nel quartiere Borgo Panigale), così chiamato perché lungo oltre cinquecento metri, basso, curvo e con un portico a piano terra, che è anche una delle componenti di portici candidata a Patrimonio Unesco.
Si attraverserà anche la zona Cirenaica, nel quartiere di San Donato-San Vitale, con il passaggio in via Paolo Fabbri dove si trovava la casa di Francesco Guccini, e la trattoria Da Vito, che ha ospitato tutto il mondo dei cantautori bolognesi: Lucio Dalla, Ron, Andrea Mingardi e Guccini.

A metà del percorso irrompe il verde: i maratoneti transiteranno infatti attraverso alcuni dei maggiori parchi cittadini. All’altezza del 30° km si passerà in via Leandro Alberti, una strada storica costellata da case in stile liberty poi, dopo il "carosello" dei Giardini Margherita, si rientrerà in centro all'altezza della chiesa del Baraccano e, passando da San Domenico, si passerà da via Saragozza, con il suo lungo portico che conduce fino al Santuario della Madonna di San Luca. Poi ancora le Due Torri e via Zamboni, il cuore universitario della città, con la sua millenaria Alma Mater Studiorum.

Il Villaggio

L’Expo Village sarà allestito all’interno di Fico Eataly World, venerdì 28 e sabato 29 febbraio, con possibilità di ritirare il pacco gara della maratona e della 30 km, e iscriversi alla 6 km Bologna City Run.

Gli orari delle partenze

Domenica 1 marzo, alle 9, ingresso alle griglie di partenza della 42 km e 30 km; alle ore 9.30 start delle due gare competitive. Alle ore 9.45 partenza della 6 km Bologna City Run.

Iscrizioni

Le iscrizioni sono chiuse per quanto riguarda la 42 e la 30 chilometri. Tutto sold out. C'è invece ancora disponibilità per iscriversi alla 6 km City Run.

 

 

Foto di Bologna Marathon

Jordan ULTRA.FLY