Bologna Città dello Zecchino d'Oro

9 Novembre 2018
foto di gruppo per Bologna città dello Zecchino d'Oro

Il 61° Zecchino d’Oro torna su Rai1 alle 16.35 in diretta dall’Antoniano di Bologna, tutti i sabati dal 10 novembre al 1 dicembre. Condotto da Francesca Fialdini insieme a Gigi & Ross, per il secondo anno consecutivo, la direzione musicale è affidata al Maestro Peppe Vessicchio e la direzione artistica è di Carlo Conti che condurrà anche uno speciale in prima serata il 5 dicembre: uno show dedicato al Natale con la partecipazione di tanti ospiti del panorama musicale italiano che duetteranno con il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni.

Per questa 61° edizione, la 59° dal capoluogo emiliano, il Comune di Bologna e l’Antoniano di Bologna hanno rafforzato una collaborazione già in essere da anni per valorizzare ulteriormente lo Zecchino d’Oro come “prodotto” tipico bolognese.
Sotto il cappello di “Bologna Città dello Zecchino d’Oro”, progetto per il quale è stato realizzato anche uno specifico logo, si sono sviluppate una serie di iniziative congiunte Antoniano-Comune di Bologna per rafforzare il posizionamento reciproco come realtà attinenti all’infanzia, alla cultura e alla solidarietà.

Il Comune di Bologna ha concesso gratuitamente all’Antoniano gli spazi per le affissioni pubbliche e uno striscione in via Indipendenza per promuovere sia il Festival che “Operazione Pane” (www.operazionepane.it), l’iniziativa di solidarietà legata alla kermesse per sostenere con donazioni popolari le mense francescane italiane.

Inoltre, il Comune ha messo a disposizione i propri spazi in centro storico e nei quartieri della città – musei, servizi educativi e Centri anni verdi – per ospitare, in ciascuna delle 4 domeniche successive alla trasmissione, dei laboratori creativi, per bambini da 4 a 8 anni, prodotti e gestiti da Antoniano, ispirati alle canzoni dello Zecchino d’Oro: per partecipare ai laboratori alle famiglie sarà chiesto di sostenere “Operazione Pane” donando in loco 5 euro per ogni bambino partecipante, che corrispondono al valore di un pasto. Per iscriversi è sufficiente inviare una mail a stampa@antoniano.it indicando il laboratorio prescelto.

Antoniano donerà inoltre un sussidio audio/video dello Zecchino d’Oro (Cd, DVD, libri) a ogni biblioteca cittadina. Le biblioteche, a loro volta, daranno visibilità all’operazione pane attraverso l’esposizione di locandine e volantini. 

Sempre nell’ottica della valorizzazione del rapporto con il territorio, infine, quest’anno la sigla di ogni puntata sarà ambientata per le strade di Bologna, dove i cittadini intoneranno canzoni le storiche dello Zecchino d’Oro: “44 gatti”, “Il Coccodrillo come fa”, “Le tagliatelle di Nonna Pina”, “Volevo un gatto nero”.

Nato nel 1959 con il sogno di regalare al mondo dell’infanzia un repertorio musicale dedicato, sia per le tematiche affrontate dai testi, sia per il lavoro di ricerca legato alle melodie e agli arrangiamenti, lo Zecchino d’Oro è un universo in musica oggi parte integrante del patrimonio bolognese e della tradizione nazionale. Prodotto noto per l’attenzione alla qualità e per la diffusione di messaggi positivi, resta, nella continuità della collaborazione con la RAI, una delle sue trasmissioni più longeve. Nelle nelle giornate di diretta televisiva, sono circa 200 bambini che gratuitamente partecipano come pubblico ad ogni puntata, sostenuti da 50 animatori che da tutta Italia raggiungono lo Studio Televisivo di via Guinizelli 13. Un vero e proprio motore propulsore per la città e per l’intera Emilia Romagna, regione storicamente più rappresentata anche per provenienza degli interpreti: 110 il numero totale di solisti emiliano-romagnoli nella storia dello Zecchino d’Oro.

I laboratori dello Zecchino d’Oro

Quel bulletto del carciofo
DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018
ore 10.30 - 12.00 Museo Civico Medievale I Via Manzoni, 4
ore 16.30 - 18.00 Centro Anni Verdi di Borgo Panigale I Via Giacosa, 6
Bambine e bambini realizzeranno un quadro composto da un vaso pieno di fiori utilizzando sezioni di ortaggi e frutti, per creare una piccola opera in cui nessuna "verdura" sarà più forte o importante delle altre, ma tutte belle e necessarie allo stesso modo.

Una parola magica
DOMENICA 18 NOVEMBRE
ore 10.30 - 12.00 Museo Civico Archeologico I Via dell'Archiginnasio, 2
ore 16.30 - 18.00 Centro Bambini Famiglie "Il Focolare" I Via Benini, 1
Un attimo, una fotografia di ciò che ci fa dire grazie all'universo per la bellezza da cui siamo circondati, un ricordo che ci dà gioia, un paesaggio che ci rende felici, una persona, un amico. Bambine e bambini creeranno un portafoto nel qual potranno mettere il loro più prezioso ricordo (si consiglia di portare con sé una fotografia).

Prendi un'emozione
DOMENICA 25 NOVEMBRE
ore 10.30 - 12.00 Museo Civico Archeologico I Via dell'Archiginnasio, 2
ore 16.30 - 18.00 Artelier I Piazzale lacchia, Giardini Margherita
Le emozioni possono avere un colore, una forma, una consistenza e a volte un peso. Utilizzando diversi materiali, costruiremo insieme un piccolo dizionario delle emozioni, che ci possa aiutare a riconoscerle e comprenderle in ogni momento.

Chi ha paura del buio
DOMENICA 2 DICEMBRE
ore 10.30 - 12.00 Museo della Musica I Str. Maggiore, 34
ore 16.30 - 18.00 Aula Didattica "Parco Grosso" I Via Erbosa, 22
Le paure sono tante e diverse per ciascuno, ma c'è n'è una che accomuna tutte le bambine e i bambini: la paura del buio. Se c'è un po' di luce però, la paura se ne va. Realizzeremo insieme una piccola lanterna scaccia buio per le notti più scure.